Tabaccaia caccia il rapinatore che scappa e assalta un'altra rivendita

Polizia e carabinieri sulle tracce di un soggetto che ha fatto irruzione nel giro di mezzora in tabaccherie di Alezio e Tuglie

Foto di repertorio.

TUGLIE – È partito all’assalto in una tabaccheria di Alezio, ma è andata in fumo per la ferma opposizione di una donna che non s'è fatta cogliere impreparata e, anzi, è riuscita ad allontanarlo, dopo avergliene dette di tutti i colori. Ma non per questo il malvivente ha desistito. Deciso che in qualche modo la serata dovesse finire a suo vantaggio, arraffando qualche bottino, non s’è dato per vinto e fallito un obiettivo, ne ha scelto un altro, tagliando in pochi minuti, a forte velocità, la distanza che lo separava da un comune molto vicino, quello di Tuglie. E, anche qui, ha scelto una tabaccheria, riuscendo alla fine a scappare con circa 150 euro.

Tutto s’è consumato nell’arco di una decina di minuti, fra le 19,30 e le 19,40 circa. Ad agire, un solo soggetto – a quanto pare -, che si muoveva agevolmente nel traffico utilizzando uno scooter nero. Qualcuno che deve risiedere in zona, conoscendola bene. E non sembrano esservi dubbi nemmeno sul fatto che possa essere l’autore di entrambi i colpi, quello fallito e quello riuscito. Corrisponderebbero mezzo utilizzato e abbigliamento. 

Ad Alezio, dunque, la prima “missione”. Miseramente fallita. Cappuccio e mascherina anti-Covid, coltello in mano, il malvivente è entrato nella tabaccheria di via Gallipoli, ma la titolare, che era alla cassa, non s'è lasciata intimidire. Tutt'altro: ha iniziato a inveire e l'ha persino sospinto verso l'esterno. Una reazione che deve aver colto il malintenzionato del tutto di sorpresa, tanto che, nonostante fosse armato, ha preferito comunque squagliarsela.   

Così, si è diretto verso la vicina Tuglie, raggiungendo un’altra tabaccheria, in via Vittorio Veneto, proprio nel cuore del paese. E qui ha di nuovo intimato di farsi consegnare l’incasso, riuscendo ad arraffare qualcosa. Dopodiché, è fuggito in sella allo scooter. Sul caso di Alezio sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Gallipoli e della stazione locale che stanno vagliando i filmati di videosorveglianza interni; su quello di Tuglie, le volanti del commissariato di polizia gallipolino.

Nella stessa zona (nello specifico, proprio a Tuglie), come si ricorderà, nei giorni scorsi è stata commessa un'altra rapina, anche in quel caso ai danni di una tabaccheria, per la precisione in via Trieste. Non è improbabile, dunque, che il malvivente entrato in azione stasera sia uno dei due artefici di quel primo colpo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento