Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Salve

Turista annega davanti ai nipotini, tragedia in acqua

Probabilmente è stata una congestione a provocare la morte di una turista di Udine nelle acque di Posto Vecchio. Giovanna Prolongo di 68 anni è deceduta subito dopo. In spiaggia c'erano i nipotini

pescoluse

Giovanna Prolongo, 68enne di San Daniele, comune in provincia di Udine, è morta annegata nel tardo pomeriggio di oggi nello specchio d'acqua di Posto Vecchio, tra le marine di Torre Vado e Pescoluse, territorio di Salve. La donna si trovava in villegiatura nel Salento sulla costa jonica insieme con il marito e i due nipotini piccoli. La Prolongo sarebbe deceduta a causa di una congestione. La tragedia si è verificata in un lembo di mare sabbioso. L'anziana siglora si era immersa in acqua e intorno alle 18 si è verificata la sciagura. A pochi metri dalla spiaggia, è affiorato un corpo che galleggiava con la faccia rivolta verso il fondo. Sono stati i nipotini della donna a richiamare l'attenzione del gestore di uno stabilimento privato attiguo alla spiaggetta libera, non riuscendo più a scorgere la sagoma e preoccupati per la sua prolungata assenza.


I bagnanti presenti in spiaggia hanno recuperato il corpo della donna ed hanno tentato i primi soccorsi, praticandole un massaggio cardiaco. Sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118. La Prolongo, ormai agonizzante, ha incominciato a vomitare espellendo degli alimenti. I sanitari, nonostante gli estremi tentativi di strappare la donna alla morte, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Tricase che, su disposizione del magistrato di turno Imerio Tramis, hanno riconsegnato la salma ai famigliari. Il marito della Prolongo è arrivato sconvolto in spiaggia. Al momento della sciagura, riposava a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turista annega davanti ai nipotini, tragedia in acqua

LeccePrima è in caricamento