Cronaca

Turista muore all'improvviso: famiglia acconsente alla donazione degli organi

Aveva 41 anni ed era in vacanza nel Salento con i suoi congiunti. Cuore, fegato e reni saranno destinati ai centri specializzati nei trapianti

L'ospedale di Lecce.

LECCE - Cuore, fegato e reni di un 41enne siracusano saranno prelevati al "Vito Fazzi" di Lecce per essere destinati ai centri specializzati nei trapianti, tutti alle prese con lunghe liste d'attesa. 

La macchina della donazione si è messa in moto non appena la famiglia, in vacanza nel Salento, ha dato il suo assenso: il donatore è stato colpito da una patologia improvvisa e irreversibile. Sono diverse le equipe chirurgiche coinvolte nelle operazioni. Asl Lecce, attraverso il suo personale, si è stretto attorno ai familiari, manifestando loro cordoglio e ringraziamento per il gesto di generosità e solidarietà che servirà a dare una concreta speranza ad altre famiglie. 

Gestire il passaggio dal dramma alla vita, questo è il compito gravoso ma necessario cui assolvere anche con il lavoro di sensibilizzazione alla donazione svolto quotidianamento dagli operatori sanitari e dal mondo del volontariato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turista muore all'improvviso: famiglia acconsente alla donazione degli organi

LeccePrima è in caricamento