Cronaca Gallipoli

Turisti in pellegrinaggio nelle "Chiese Aperte"

Associazione "Gallipoli Nostra", Comune e Apt ripropongono sino al prossimo 30 settembre le visite guidate ai tesori d'arte, di storia e cultura religiosa delle chiese degli oratori confraternali

chiese_del_Crocefisso_e_del_Rosario_della_riviera_di_Gallipoli

Turisti in pellegrinaggio nei luoghi di culto più suggestivi della cittadina ionica. Torna anche quest'anno l'itinerario culturale denominato "Chiese Aperte", sulla base di un progetto ideato e realizzato dall'associazione Gallipoli Nostra, finanziato dal Comune di Gallipoli e dall'Azienda di Promozione Turistica di Lecce ed in collaborazione con la diocesi di Nardò-Gallipoli, la parrocchia di Sant'Agata e le confraternite locali. Torna quindi il gradito servizio di promozione storica turistica della cittadina ionica con visite ai tesori d'arte, di storia e cultura religiosa delle chiese degli oratori confraternali di Gallipoli concentrati principalmente nel centro storico gallipolino. L'iniziativa ha preso il via dal 5 luglio scorso e si protrarrà per tutta l'estate e sino alla fine di settembre. Il programma di "Chiese Aperte" prevede l'apertura quotidiana di templi e oratori tanto di mattina (dalle 10 alle 12) quanto di pomeriggio (dalle 17 alle 21), con operatori culturali pronti a fornire informazioni e cenni storico-artistici sui beni visitati. A corredo anche opuscoli e un sussidio informativo con testi curati dal presidente sezionale della Società di Storia Patria, Elio Pindinelli.

"Un'iniziativa" spiegato l'assessore al Turismo e alla Cultura, Gabriella Casavecchia, "che ha il pregio di offrire un'importante ed eccellente proposta culturale ai nostri visitatori, consentendo di consolidare l'idea che Gallipoli è un centro turistico che offre molto di più del riduttivo binomio sole-mare. Un sentito ringraziamento per la realizzazione di questa interessante proposta culturale, va all'associazione Gallipoli Nostra ed alle confraternite, preziose custodi di riti e tradizioni che sono parte significativa della nostra memoria storica e della nostra cultura. Un patrimonio che offriamo a cittadini, turisti e visitatori nella piena consapevolezza della sua elevata valenza sia a livello artistico sia quale mezzo importante per destagionalizzare la nostra offerta turistica, estendendola anche oltre il periodo balneare". Nel dettaglio l'evento consentirà quindi di visitare per tutta la stagione balneare ed oltre la basilica concattedrale di "Sant'Agata", il santuario del Canneto, le chiese di San Francesco d'Assisi, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, del Rosario, del Crocefisso, dei Santi Cosimo e Damiano e gli oratori della chiesa del Carmine e di Santa Maria degli Angeli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti in pellegrinaggio nelle "Chiese Aperte"

LeccePrima è in caricamento