Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Tutta la notte a una festa, bloccato al mattino con dosi di cocaina ed eroina

In arresto un giovane di 34 anni di Galatina, fermato da una volante di polizia mentre stava percorrendo la circonvallazione di Lecce. Aveva sette involucri con droghe pesanti e in casa altri 10 grammi di marijuana. Segnalato un amico che era con lui e che aveva solo minimi quantitativi

LECCE - Tornavano da una festa tenutasi a San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, ma dopo la notte brava, sono iniziati i guai. Per uno dei due, guai piuttosto seri, perché il controllo ha permesso di trovare sostanze stupefacenti d’ogni genere e in quantitativi e circostanze tali da far ipotizzare la detenzione ai fini di spaccio. Ecco perché per il galatinese Alessandro Marino, 34enne, è scattato l’arresto.

L’amico che era con lui, invece, e che sedeva al lato del passeggero, è stato “solo” segnalato alla Prefettura per uso non terapeutico di stupefacenti, avendo addosso soltanto un quantitativo minimo di marijuana. Erano circa le 7,30 del mattino quando gli agenti del Reparto prevenzione crimine “Puglia meridionale" hanno notato dentro Lecce due giovani a bordo di una Chrysler grigia. In quel momento si trovavano a passare lungo viale Rossini (tratto della circonvallazione di Lecce), quasi all’altezza dell’incrocio con via Merine. 

Dunque, è possibile che fossero in uscita dal capoluogo, e qui solo di passaggio, giacché nelle vicinanze vi è lo svincolo per la strada statale 16. Una cosa è certa: alcuni atteggiamenti devono essere apparsi sospetto, a partire dalla guida “sportiva”, tanto che i poliziotti di pattuglia in città fin dalle prime ore del mattino, hanno deciso di vederci un po’ più chiaro.

MARINO ALESSANDRO-2L’auto è stata così raggiunta e fermata, con il supporto di un'altra volante, gli occupanti invitati a consegnare i documenti. Gli agenti, però, una volta faccia a faccia con i due giovani controllati, hanno notato anche un certo nervosismo, il che li ha spinti a voler andare più a fondo nelle ricerche. Ed ecco perché si è arrivati alle perquisizioni, che hanno inchiodato in particolare Marino. Addosso aveva sei dosi di cocaina e una di eroina, belle e impacchettate in piccoli involucri di plastica bianchi, ritagliati da comuni buste. Già sufficiente per un’incriminazione.

Il secondo, invece, a parte un po’ di “erba”, non aveva altro. Le perquisizioni sono state estese in abitazione ed è dopo di ciò che al 34enne è stato contestato anche il possesso di 10 grammi di marijuana e materiale di vario genere proprio per confezionare le singole dosi, più un bilancino di precisione. Sentito il magistrato di turno, Emilio Arnesano, Marino è stato dichiarato in arresto e sottoposto ai domiciliari.        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutta la notte a una festa, bloccato al mattino con dosi di cocaina ed eroina

LeccePrima è in caricamento