rotate-mobile
Cronaca

Bilancio di una notte di festa. In tre feriti dai botti e decine di ubriachi finiti in ospedale

Tre ragazzi sono stati trasportati in ospedale, a causa delle lesioni riportate durante lo scoppio dei petardi. Un 30enne, colpito agli arti inferiori, è in prognosi riservata nel nosocomio di Gallipoli. In 23 hanno abusato di bevande alcoliche, tanto da richiedere l'intervento medico

LECCE  - Si sono uditi a partire dai giorni scorsi e per tutto il pomeriggio di ieri. Sono cessati un paio d’ora dopo la mezzanotte ma hanno lasciato danni e feriti. Immancabili in ogni Capodanno, le vittime di botti e fuochi d’artificio che hanno fatto finire in ospedale tre ragazzi. Di cui uno ricoverato in prognosi riservata.

M.A., una ragazza 22 anni, nata a Scorrano, ma residente a Castrignano de’ Greci, è stata accompagnata, nel cuore della notte, presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, per una lesione riportata all’occhio, a seguito dell’esplosione di un petardo. L'ordigno l'ha raggiunta al intorno all'una, mentre si svolgevamo i festeggiamenti della Notte di San Silvestro, nel centro di Otranto. Medicata al pronto soccorso e sottoposta ad accertamenti, non sembrerebbe però in gravi condizioni ed è stata giudicata guaribile in venti giorni. Sull'accaduto, indagano i carabinieri della stazione idruntina.

Sorte analoga anche per un ragazzo nato a Scorrano, di 20 anni, trasportato presso il nosocomio “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, con alcune ferite allo zigomo. Più preoccupante, invece, il quadro clinico di un 30enne di Tuglie, sempre ricoverato presso la struttura ospedaliera della Città Bella, a causa di alcuni traumi riportati durante il violento scoppio di un botto.

Le lesioni che ha riportato agli arti inferiori, infatti, hanno convinto il personale medico a tenere sotto osservazione il giovane, prima di sciogliere la prognosi. Al viavai di famigliari e pazienti da e verso l'ospedale,  si sono anche aggiunte 23 persone in stato di ebbrezza e condotte nel nosocomio leccese per accertamenti più approfonditi, a seguito dell'abuso di bevande alcoliche e pericolosi mix.

Nessuna conseguenza, invece, sembra essersi verificata sulle strade salentine. Fatta eccezione per un incidente alla periferia di Taviano, all’alba, nel quale sono rimaste coinvolte quattro persone, tutte lievemente ferite, non si sono verificate situazioni tali da macchiare l’inizio di questo nuovo anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di una notte di festa. In tre feriti dai botti e decine di ubriachi finiti in ospedale

LeccePrima è in caricamento