Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Ubriaco semina il panico e prova a sfuggire agli agenti

Denunciato 34enne: rischia incidente con il proprietario di una Bmw, litiga, poi corre verso Cavallino. Rintracciato, prova a scappare a marce levate. Tasso alcolico superiore di tre volte la media

Quando gli agenti di polizia l'hanno fermato, dopo la segnalazione di un altro automobilista, ed è sceso dalla sua Tata smozzicando parole quasi incomprensibili, aveva un alito vinoso talmente forte che quasi avrebbero potuto fare a meno di adottare il test dell'etilometro. Pura formalità, più che altro per capire in che misura aveva oltrepassato il limite. Ebbene, il livello è risultato superiore di tre volte rispetto alla media. E per un 34enne di Lecce è scattata le denuncia a piede libero per guida in stato di ebbrezza, con ritiro della patente. Ma il deferimento è solo l'atto finale di una vicenda dai contorni ben più coloriti. Già, perché, come si diceva, a chiamare la polizia componendo il 113 è stato un altro automobilista, un 44enne che viaggiava a bordo di una Bmw, visibilmente preoccupato dal fatto di essere stato, a suo dire, letteralmente inseguito nei pressi di via Leuca, nel rione Castromediano, da un giovane solitario, proprietario di una Tata.

Pochi minuti dopo la segnalazione, arrivata intorno alle 20, una pattuglia ha raggiunto il luogo, trovando il proprietario della Bmw nei pressi della concessionaria "Peugeot". Qui i poliziotti hanno ascoltato il suo racconto, in base al quale pochissimi minuti prima il 44enne avrebbe litigato con un il proprietario di una Tata, per motivi di viabilità. Quest'ultimo, infatti, non avrebbe rispettato uno stop, sfiorando di pochi centimetri la collisione con la sua Bmw. Il giovane, poi, con manovre azzardate (tanto da salire con la sua utilitaria persino sulla piazzetta di via Tito Livio), si sarebbe dileguato a forte velocità verso Cavallino.

Gli agenti della sezione volanti, a quel punto, hanno provato a verificare la fondatezza del racconto dirigendosi proprio verso Cavallino. E allo svincolo in direzione di quest'ultimo comune, presso il distributore di benzina Agip, hanno notato l'auto modello Tata descritta pochi minuti prima, con a bordo un ragazzo che, alla vista della pattuglia e forse intuendo che non fosse lì per caso (un barlume di consapevolezza nella mente annebbiata), ha accennato ad una brusca fuga, facendo stridere le gomme. E' nato così l'inseguimento, a sirene spiegate, che è durato pochi minuti, fino a quando il giovane non è stato fermato ed identificato. Sceso dall'auto, quest'ultimo è apparso in uno stato confusionale talmente evidente da parlare con visibile sforzo ed emettendo ad ogni parola una folata di alito nauseabondo.


Condotto presso gli uffici della polizia stradale, previo suo consenso, i poliziotti hanno effettuato l'accertamento etilometrico. Il test ha dimostrato come il giovane risultasse positivo, con un tasso di tre volte superiore rispetto alla media. Da qui, denuncia e ritiro della patente. Il 44enne conducente della Bmw, inoltre, durante le fasi del primo controllo, passando sulla stessa via, ha confermato agli agenti che era lo stesso individuo con il quale poco prima aveva avuto il diverbio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco semina il panico e prova a sfuggire agli agenti

LeccePrima è in caricamento