Uccise il bodyguard in piazza, eseguita la condanna di Lorenzo Arseni

Oltre ventisette anni la pena residua, dei trenta totali che gli sono stati inflitti. A ottobre la pena era divenuta definitiva

LATIANO – E’ stata eseguita oggi la condanna a carico di Lorenzo Arseni, il 50enne di San Cesario di Lecce autore dell’omicidio del bodyguard Gianfranco Zuccaro. Quest’ultimo morì a 37 anni. Fu assassinato a colpi di pistola la mattina del 7 luglio del 2012 nel pieno centro di San Cesario. A eseguire l’arresto, materialmente, i carabinieri della stazione di Latiano, dove Arseni ha la residenza.

E’ stato quindi condotto nel carcere di Brindisi, dove deve espiare la pena residua di 27 anni, cinque mesi  e tre giorni di reclusione. La condanna è divenuta definitiva a ottobre, quando la Cassazione ha rigettato l’appello presentato dalla difesa.

Lorenzo Arseni-10In primo grado Arseni era stato condannato, con rito abbreviato, a vent’anni, diventati trenta in appello, una volta riconosciuta la premeditazione. L’omicidio sarebbe maturato in un contesto di acredini e contrasti personali tra Arseni e Zuccaro.

L'assassino ha sempre sostenuto davanti agli inquirenti d’aver agito in maniera istintiva, sparando non per uccidere ma per ferire. E alla base vi sarebbe stata la gelosia. Ovvero, stando ad Arseni, Zuccaro avrebbe infastidito la moglie in diverse occasioni.  Da qui, l’incontro fatale di quella mattina. Un “chiarimento” terminato con i colpi di pistola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per una lettura globale della storia, consultare l’ultimo articolo sulla vicenda,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento