Uccise il figlio dopo un litigio, disposta la perizia psichiatrica per il professore

Sarà un consulente nominato dal gup a stabilire se Sebastiano Sabato era capace di intendere e di volere al momento del delitto

LECCE – Sarà un consulente nominato dal gup Michele Toriello a stabilire se il professore Sebastiano Sabato, 76 enne di Taviano, ex preside della scuola media “Dante Alighieri” di Alliste, che l'11 novembre 2015 uccise il figlio Antonio di 39 anni con una Beretta 7.65 legalmente detenuta, era capace di intendere e di volere.

L'udienza è fissata per il 20 dicembre per la nomina del perito. L’imputato, assistito dall'avvocato Luigi Suez, ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato condizionato da una perizia psichiatrica. Stando a quanto riferì il docente, che dopo il delitto si consegnò spontaneamente ai carabinieri, gli equilibri familiari, difficili a causa della malattia mentale del figlio, sarebbero saltati in seguito alla morte della moglie Giovanna. Il consulente della difesa, il professor Felice Carabellese, docente di psicopatologia forense presso l’Università di Bari, nella sua relazione ha evidenziato che, per depressione grave, l’imputato al momento del fatto era in stato di totale incapacità di intendere e di volere. I risultati della perizia saranno esaminati nell’udienza del 2 marzo, in cui è prevista anche la discussione e l’eventuale sentenza.

L’intenzione, secondo quanto dichiarato dal 76enne, sarebbe stata quella di togliersi la vita con quell'arma che, alla fine, utilizzò contro il figlio al culmine dell'ennesimo litigio, in un appartamento al quarto piano di via Giambattista Vico, all'angolo con via Savonarola, nel quartiere Lido San Giovanni, a Gallipoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento