Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

A caccia di lepri con fucile clandestino: uno scarcerato, l'altro ai domiciliari

Torna il libertà Ernesto Verdesca, 44enne di Copertino, mentre viene attenuata la misura Cosimo Pelli, 43enne di Veglie. I due erano stati fermati dai carabinieri a San Donaci con cacciagione, in periodo di divieto, e un fucile con matricola abrasa

@TM News/Infophoto

BRINDISI – Torna in libertà Ernesto Verdesca, 44enne di Copertino, mentre passa dal carcere ai domiciliari Cosimo Pelli, 43enne di Veglie. Sono queste le decisioni assunte dal gip Paola Liaci del tribunale di Brindisi, nel corso dell’udienza di convalida, in merito alla vicenda che aveva visto i due salentini arrestati dai carabinieri della stazione San Donaci  con le accuse di detenzione di armi clandestine, detenzione illegale di armi, ricettazione e uccisione di selvaggina in numero superiore al consentito ed in periodi in cui è vietata la cacciagione.

Dopo un’ampia discussione, il gip ha riconosciuto la sostanziale estraneità ai fatti per quanto riguarda Verdesca, che ha quindi lasciato il carcere di Brindisi, attenuando invece la misura per Pelli, destinato al momento alla detenzione domiciliare. Il pm Luca Buccheri aveva avanzato per entrambi la convalida dell’arresto con applicazione della misura cautelare della detenzione. 

I due uomini erano stati fermati dai militari, durante un pattugliamento, mentre viaggiavano a bordo di un pick-up. Sotto il sedile posteriore avevano trovato un fucile da caccia automatico calibro 12, monocanna, con matricola abrasa. Sempre nell’auto, c’erano anche undici cartucce dello stesso calibro, un coltello da macellaio e, stipate in cassette, undici lepri da poco cacciate in una riserva, in periodo di divieto di attività venatoria.

Verdesca era difeso dall’avvocato Gianluigi Manelli, Pelli dall’avvocato Francesco Spagnolo, entrambi del foro di Lecce, i quali hanno manifestato soddisfazione per il “provvedimento del gip, caratterizzato da ineccepibile onestà intellettuale”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A caccia di lepri con fucile clandestino: uno scarcerato, l'altro ai domiciliari

LeccePrima è in caricamento