menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sera dell'agguato, nel mese di ottobre dello scorso anno.

La sera dell'agguato, nel mese di ottobre dello scorso anno.

Guerra di mala, si apre processo per il 25enne accusato di due tentati omicidi

Fissata per il 27 ottobre l’udienza preliminare per Moscara, il 25enne di Casarano, ritenuto il presunto autore degli agguati a colpi di arma da fuoco tesi ad Afendi e Spennato

LECCE – Si apre il processo per il presunto autore di due tentati omicidi.  È stata fissata per il prossimo 27 ottobre, a un anno esatto dall’agguato a colpi d’arma da fuoco, l’udienza preliminare davanti al gup Michele Toriello. Giuseppe Moscara, detto “Mozzarella”, il 25enne di Casarano, è infatti accusato di aver cercato di uccidere il 29enne Antonio Amin Afendi e indicato da un collaboratore di giustizia quale esecutore materiale, in concorso con altri due individui, dell’agguato teso a Luigi Spennato, 44enne del luogo, nell’autunno di quattro anni addietro.

Per Moscara, fermato dai carabinieri della compagnia casaranese e dai colleghi del Nucleo investigativo il 3 novembre dello scorso anno e attualmente detenuto presso il carcere di Voghera, in provincia di Pavia, sono diverse le accuse. Il procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia Guglielmo Cataldi - assieme ai sostituti Maria Vallefuoco e Massimiliano Carducci - gli ha infatti contestato, oltre ai tentati omicidi con armi da guerra, anche il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, finalizzata  al traffico di cocaina.

La guerra di mala, che per quattro anni ha visto Casarano protagonista sulle pagine delle cronache locali, sarebbe infatti scoppiata per il controllo del mercato delle sostanze stupefacenti. Il 25enne, difeso dall’avvocato Simone Viva del Foro di Lecce, è stato ritenuto parte integrante di un’associazione di tipo mafioso capeggiata da Tommaso Montedoro, poi divenuto collaboratore di giustizia. È stato l'ex boss a indicare nel nome di Moscara l’autore del tentato omicidio di Luigi Spennato, ferito gravemente con una sventagliata di colpi di kalashnikov, nella serata del 28 novembre del 2016.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento