rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Tentato omicidio di Torre Vado: il 51enne sceglie il rito abbreviato, nuova udienza in autunno

È stata celebrata questa mattina, nel Tribunale di Lecce, l’udienza preliminare relativa alla vicenda di cronaca del luglio dello scorso anno: l'uomo di Ugento era stato arrestato e accusato di aver colpito con una coltellata vicina al cuore un 63enne di Morciano di Leuca

LECCE – Tentato omicidio a Torre Vado per un banale parcheggio: la vicenda giudiziaria entra nel vivo. È stata celebrata nel corso della mattinata di oggi, davanti al gup del Tribunale di Lecce Giulia Proto, l’udienza preliminare a carico di Flavio Toma, il 51enne di Ugento ristretto dapprima ai domiciliari e attualmente detenuto nel carcere di Borgo San Nicola.

L’imputato, difeso dall’avvocato Pantaleo Cannoletta, intraprenderà la strada del rito abbreviato. L’udienza, alla luce della scelta del rito premiale, è stata rinviata al prossimo 5 ottobre per le discussioni dei difensori. La scorsa estate era stato accusato di aver ferito gravemente -con un taglierino - William Costantini, un 63ene di Morciano di Leuca. Il fatto di cronaca è avvenuto una sera di luglio dello scorso anno, nella marina morcianese.

In quella serata che ha rischiato di terminare in tragedia la vittima - raggiunta dal fendente all’altezza del cuore per questioni legate a discussioni sulla viabilità e dunque a futili motivi - ha riportato delle gravi ferite. Tanto che nell'ospedale di Tricase, dove era stato ricoverato d'urgenza, i medici non avevano sciolto subito la prognosi, temendo complicanze cardiache. Da quel momento erano state avviate le indagini, eseguite dai carabinieri della stazione di Salve e coordinate dal pubblico ministero Alessandro Prontera. Costantini e la moglie, costituitasi assieme al coniuge parte civile, sono invece difesi dall’avvocato Giovanni Valiani del Foro di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio di Torre Vado: il 51enne sceglie il rito abbreviato, nuova udienza in autunno

LeccePrima è in caricamento