Cronaca Ugento

Ugento: interpellanza comunale contro i disagi postali

La firma il consigliere dei comunisti italiani, Angelo Minenna, che chiede al sindaco rapide soluzioni ed un vertice in Prefettura per risolvere i disagi postali in città e a Torre San Giovanni

UGENTO - Un'interpellanza a risposta immediata per il prossimo consiglio comunale di Ugento sui disservizi e le lunghe code d'attesa presso l'Ufficio postale di Ugento: a promuoverla e presentarla il consigliere dei comunisti italiani, Angelo Minenna, che spiega come gli siano giunte "costanti lamentele", peraltro "constatate e verificate di persona", di carenza di personale agli sportelli dell'Ufficio Postale di Ugento e al ritardo del recapito della corrispondenza in alcune zone della città: "Pare - scrive il consigliere - che la situazione non si sia ancora del tutto normalizzata a Torre San Giovanni, e mi risulta che numerosi cittadini, in forma spontanea e del tutto libera da particolari vincoli politici e/o associativi, abbiano già allertato, con denuncia scritta, le autorità competenti del suddetto stato di disagio".

Le cittadine ed i cittadini di Ugento, dunque, sarebbero costretti a subire lunghe code di attesa per svolgere normali operazioni che i lavoratori impiegati delle Poste dovrebbero smaltire in pochissimo tempo: "Ciò non è dovuto alla volontà degli stessi, né di chi dirige l'Ufficio Postale di Ugento - spiega Minenna -, ma ad una mancanza di personale, come citato prima, frutto forse di una dissennata politica delle Poste Italiane che, dal momento in cui sono state privatizzate in parte, guardano più alle 'operazioni svolte' ed al guadagno che non a prestare un reale ed efficiente servizio al cittadino".

La situazione di inefficienza si ripercuote sullo stato psicofisico degli impiegati delle Poste e sugli inconsapevoli cittadini imbottigliati per ore nell'Ufficio, in attesa di pagare una bolletta, inoltrare una raccomandata, ritirare la corrispondenza o svolgere operazioni correntizie. A ciò, si aggiungerebbe la ritardata consegna di lettere e documenti importanti in alcune zone di Ugento, con disagi per i residenti delle periferie, tra cui quelli delle case popolari di via Edison e di via Pastane, che si sono visti recapitate bollette Enel, Telecom, Aqp e canoni di locazione Iacp "con notevole ritardo, con il rischio di vedersi privati ingiustamente di alcuni servizi essenziali e con il danno di pagare interessi di mora su alcune bollette".

Minenna evidenzia con rammarico che, nonostante un vertice in Prefettura a Lecce, di non aver letto di una partecipazione del sindaco di Ugento, Eugenio Ozza, alla riunione, dove i sindaci presenti hanno chiesto ed ottenuto dal Prefetto, Mario Tafaro, l'assunzione immediata da parte di Poste Italiane di venti nuovi portalettere, in modo da evitare il ripetersi di tali incresciose situazioni e smaltire così le lettere, mai recapitate, ancora in giacenza presso gli Uffici delle Poste.

Visto e considerato un ordine del giorno, proposto circa due anni e mezzo fa, da Minenna e dal consigliere, Nico Giannuzzi, con cui si chiedeva al sindaco di porre in essere iniziative necessarie affinché le Poste ad Ugento rimanessero aperte anche di pomeriggio e, soprattutto, affinché anche la frazione di Torre San Giovanni, com'è nel suo diritto e com'è stabilito dalla legge, sia dotata tutto l'anno di un ufficio postale decente, peraltro approvato all'unanimità dal consiglio comunale, l'esponente locale dei comunisti italiani chiede ad Ozza che proponga un incontro urgente, in sede di Prefettura a Lecce, con Poste Italiane per chiedere maggiori e migliori servizi per il recapito della corrispondenza nel territorio ugentino; e inoltre l'immediata riapertura, almeno per una volta a settimana, dell'Ufficio Postale di Ugento e l'invio immediato di un portalettere fisso per la frazione di Torre San Giovanni, in modo da "garantire il ricevimento della corrispondenza tutti i giorni della settimana e non solo come avviene adesso, ad intermittenza, cioè per due giorni a settimana, con notevoli disagi, lagnanze e ritardi; la stabilizzazione di un Ufficio Postale a Torre San Giovanni aperto tutta la settimana e tutti i mesi dell'anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ugento: interpellanza comunale contro i disagi postali

LeccePrima è in caricamento