Cronaca Ugento

"Niente soldi". Minaccia i genitori con un'ascia e sfascia mobili e parabrezza

A Ugento i carabinieri della stazione locale hanno arrestato un esagitato che, davanti al rifiuto dell'ennesima elargizione, si è scatenato come una furia, dento e fuori casa

UGENTO – Dà in escandescenza dentro casa, minaccia i genitori di morte brandendo un’ascia e scatena tutta la sua rabbia repressa distruggendo i mobili e il parabrezza dell’autovettura. Ci sono voluti i carabinieri per fermarlo, dopo averlo bloccato non senza fatica, visto che il soggetto era pericoloso e quasi incontrollabile.

Maltrattamenti in famiglia, estorsione continuata e aggravata, minaccia e danneggiamento sono i reati contestati a un uomo di Ugento. Vittime delle angherie continue, i genitori con cui convive, vessati da tempo con continue richieste di denaro. Ma doveva arrivare, prima o poi, il momento di dire basta. E così, quando si è visto rifiutare per una volta l’elargizione, si è trasformato in una furia.

Prima, stando alle ricostruzioni dei carabinieri della stazione locale, ha afferrato un’ascia lunga 90 centimetri, intimidendo i malcapitati genitori, per poi abbattersi contro il mobilio, sfasciandolo, e uscendo di casa per andare a colpire anche l’autovettura, spaccando il parabrezza. Nel frattempo, erano già partite le richieste d’intervento ai carabinieri della stazione locale che, arrivati in pochi minuti, sono riusciti a immobilizzare l’esagitato, per il quale si sono poi aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola, a Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Niente soldi". Minaccia i genitori con un'ascia e sfascia mobili e parabrezza

LeccePrima è in caricamento