menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le restrizioni notturne non fermano i ladri, ma il furto nell’istituto fallisce

Il colpo tentato nella notte nel "Bottazzi" di Ugento. Forse volevano rubare i computer, ma l'allarme ha attivato i vigilanti

UGENTO – Le restrizioni non fermano le mire dei ladri. Nemmeno il “coprifuoco” delle 22 sembra impensierire chi cerca facile bottino con il favore delle tenebre. Così, ci hanno provato anche questa notte e sempre in un edificio scolastico. Gli istituti sono fra le mete più ambite perché custodiscono piccoli tesori.

A volte, semplicemente, si va a caccia di spiccioli nelle macchinette di snack e bevande. In altre, bande più organizzate, puntano a strumenti come proiettori e personal computer. Forse, proprio quello che stava per accadere nella notte a Ugento, dove qualcuno ha tentato di intrufolarsi direttamente in un laboratorio pieno di computer dell’istituto “Filippo Bottazzi” di Ugento. Senza dimenticare pentole, padelle, bicchieri, piastre a induzione, forni, fornetti e accessori da cucina in puro acciaio professionale da migliaia di euro, considerato che si tratta di un alberghiero. 

Collocato in posizione piuttosto isolata, alla periferia della cittadina, in via Caduti di Tutte le Guerre, zona circondata da un’area di campagna, sarà sembrato il luogo ideale, ai ladri, per tentare di mettere a segno un colpo. E, all’appuntamento, non si sono presentati nemmeno molto tardi, alle 23,10.

L’orario si conosce perché l’istituto è collegato con la centrale operativa dell’istituto di vigilanza Cosmopol. Così, scattato l’allarme, un’auto di pattuglia è arrivata sul posto in una manciata di minuti. I malviventi devono essersi accorti dell’arrivo del veicolo, perché si erano nel frattempo già dileguati. Il vigilante, facendo un accertamento, ha notato l’effrazione delle finestre della sala computer. Tuttavia, non c’è stato il tempo materiale di rubare nulla. Sul posto, per le indagini, sono poi intervenuti i carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento