Cronaca

Un 38enne senza vita, ferito con colpi da fucile: disposta l'autopsia

Tragedia, questa mattina, a Castrignano de' Greci: un uomo si sarebbe ammazzato con il fucile da caccia del padre. La pista suicida quella più accreditata, ma si attenderà l'esame autoptico

I carabinieri al "Vito Fzzi" (Foto di repertorio)

CASTRIGNANO DE’ GRECI - La comunità sotto shock, a Castrignano de’ Greci. Un uomo del posto, di soli 38 anni, si sarebbe infatti tolto la vita con dei colpi d’arma da fuoco. Questa, almeno per il momento, l’ipotesi più accreditata. La tragedia, in mattinata, nel piccolo comune grico. Quando l’uomo è stato trovato, non respirava più.

Stando alle prime ricostruzioni, provvisorie fino al termine delle indagini, il 38enne potrebbe aver imbracciato il fucile da caccia, legalmente detenuto dal padre e custodito correttamente in un armadietto metallico, seguendo le norme vigenti in materia. Sul posto, sono stati fatti intervenire gli operatori del 118. Ma per l’uomo era ormai troppo tardi.

La violenza di quei proiettili non gli ha concesso scampo ed è morto sul colpo. Un sopralluogo è stato eseguito immediatamente dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie, con la Sezione investigazioni scientifiche comandante dal luogotenente Vito Angelelli, alla presenza del medico legale sopraggiunto pochi istanti dopo.

Il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, informato dell’accaduto, ha disposto l’autopsia sul cadavere del 38enne, per fugare il sospetto che posa essersi trattato di altro e non della morte cercata dalla vittima. Sebbene la pista suicida rimanga quella maggiormente credibile agli occhi degli inquirenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un 38enne senza vita, ferito con colpi da fucile: disposta l'autopsia

LeccePrima è in caricamento