Un centro interculturale per favorire l'integrazione

L'inaugurazione è avvenuta oggi. Il centro, dotato di una biblioteca multietnica, avrà uno sportello informativo, fornirà consulenza legale e di lavoro agli immigrati e promuoverà corsi di lingua

Nella splendida cornice di Palazzo Turrisi, di fronte ad una nutrita platea multietnica, è stato inaugurato oggi il centro interculturale "Lecce Accoglie". Fra le autorità presenti alla cerimonia della struttura, la cui gestione è affidata all'associazione Integra Onlus, presieduta da Klodiana Cuka, anche l'arcivescovo di Lecce Cosmo Francesco Ruppi, che ha lasciato il consiglio episcopale in corso proprio per dare la sua personale benedizione, prima di farvi ritorno. Nel suo discorso, l'arcivescovo ha ricordato il quindicennale lavoro svolto in favore degli immigrati, "prima di arrivare al momento dell'accoglienza. Ora questo momento è terminato - ha detto ancora - ed è quindi giunta la fase dell'integrazione nel tessuto sociale, civile ed economico. Una fase tutta da costruire e nell'ambito della quale l'associazione può fare molto".

Le attività previste nel progetto, indetto dal Comune e finanziato dalla Regione, e che vedono Lecce città campione insieme ad altri tre centri in Italia, riguardano la presenza di numerosi servizi. Lo sportello informativo, di assistenza e supporto ai cittadini immigrati si occuperà della prima accoglienza, del reperimento degli alloggi, del disbrigo delle pratiche burocratiche, di consulenza legale e di informazioni sulle offerte di lavoro. Il Front office garantirà l'esecuzione del servizio, attraverso l'impiego di mediatori linguistici qualificati.

Il centro è disposto inoltre di una biblioteca multietnica che, grazie anche all'intervento delle scuole, permetterà lo scambio sociale fra gli alunni italiani e bambini stranieri, tornando utile anche agli stessi insegnanti, impegnati sul fronte dell'educazione interculturale.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mancheranno, ovviamente, anche le attività formative, che comporteranno la creazione di corsi di lingua e cultura italiana grazie alla collaborazione del Centro risorse territoriali per l'immigrazione, e che si svolgeranno all'interno della "Dante Alighieri". Grazie alla rete di Integra, verranno anche attivati corsi di orientamento sociale e lavorativo per chi richiede asilo politico e rifugiati in possesso di permesso di soggiorno. Infine, a seguito di un progetto fra Integra e Centro per la formazione continua piemontese, verrà avviata l'aula multimediale che verrà utilizzata per corsi d'informatica, doposcuola e Internet point.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • La collisione, la caduta e la barca che affonda. “Sentivo il risucchio dell’elica”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento