Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Un nuovo testamento per appropriarsi della casa, badante a giudizio

Attraverso una fitta rete di raggiri, Sonia Angela Elefterova, 44enne di origini bulgare, sarebbe proprietaria di un appartamento sito nel centro storico di Lecce. I parenti hanno sporto denuncia

LECCE – Avrebbe ordito un piano truffaldino per diventare l'unica erede dell'anziana signora di cui si prendeva cura. Attraverso una fitta rete di raggiri, Sonia Angela Elefterova, 44enne di origini bulgare, sarebbe proprietaria di un appartamento sito nel centro storico di Lecce. Un piano che ha trovato, però, la ferma opposizione dei parenti dell'anziana donna, poi deceduta.

La badante, infatti, approfittando del labile stato fisico e mentale della donna che accudiva, l'avrebbe in qualche modo costretta a redigere un nuovo testamento, annullando il precedente. Al posto dei nipoti, l'unica a ereditare tutto sarebbe stata lei.

A dare avvio alle indagini è stata proprio la segnalazione dei familiari dell'anziana signora, che nei mesi hanno notato una serie di comportamenti strani della badante, tesi a isolare la sua assistita, rendendo così più facile la sua truffa. Il sostituto procuratore Carmen Ruggiero, titolare del procedimento, aveva ipotizzato nei confronti della 44enne il reato di circonvenzione d’incapace.

Al termine dell’udienza preliminare il gup ha rinviato a giudizio la Elefterova, che ha sempre respinto ogni accusa. Il processo nei suoi confronti si aprirà il prossimo 24 settembre dinanzi ai giudici della prima sezione penale. I parenti della donna si sono costituiti parte civile con l’avvocato Alessandro Stomeo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo testamento per appropriarsi della casa, badante a giudizio

LeccePrima è in caricamento