Un quarto d'ora di pioggia intensa: crolla un muro e automobili impantanate

Nel primo pomeriggio elementi scatenati specie nella zona di Porto Cesareo, con danni e disagi nella marina di Torre Lapillo

Immagini da Torre Lapillo.

PORTO CESAREO – Il maltempo non sembra voler abbandonare del tutto il Salento, tanto che anche oggi si sono verificati forti acquazzoni che hanno colpito prevalentemente la zona ionica. Il temporale, in questo caso, non è durato più di un quarto d’ora, ma è stato di tale intensità da provocare danni e disagi in particolare nell’area fra Leverano e Porto Cesareo.

Il bollettino meteo diramato oggi dalla Protezione civile regionale aveva annunciato “precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulle zone interne della Puglia” e “isolate, a prevalente carattere di rovescio o temporale pomeridiani, sul resto del territorio, con quantitativi cumulati generalmente deboli”.

Tanto debole, però, il nubifragio che s’è abbattuto nella già citata zona, attorno alle 15, non deve essere stato, se è vero che soprattutto a Porto Cesareo si sono visti gli effetti concreti del ceffone rifilato dalle nubi che si sono addensate minacciosamente all’orizzonte, prima di riaprirsi a un caldo sole estivo. Sulla strada che conduce a Torre Lapillo, in particolare, è franato un muro di cinta e in alcune zone, specie nell’area di via Nociglia, sempre nella marina, diverse autovetture sono rimaste bloccate dall’acqua.Tutte situazioni per le quali si è registrato un intervento dei vigili del fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi vi sono già stati numerosi problemi sul Salento. A Lecce, dove soprattutto fra via Monteroni  e dintorni, sono rimasti danneggiati infrastrutture e veicoli; a Gallipoli, dove l’acqua alta ha invaso nuovamente la Baia Verde; fra Casarano, Ugento e Taurisano, dove è franata anche una strada in direzione di Matino. Fenomeni che hanno destato viva preoccupazione per la rara violenza con cui si sono scatenati gli elementi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento