Cronaca Leuca

Una casa-polveriera: oltre 300 chili di botti, denunciati coniugi

I finanzieri hanno trovato e sequestrato i giochi pirici, di fabbricazione cinese, classificati di quarta e quinta categoria, in un'abitazione nel centro della città. I botti erano stipati nel sottoscala. In due sono nei guai

Un momento della conferenza stampa.

LECCE – Marito, moglie e tre bambini nel loro appartamento in una palazzina del quartiere Leuca-Ferrovia. Fin qui tutto normale. Se non fosse, però, che nemmeno tanto distante dalla cucina, nel sottoscala, i coniugi, 54 anni lui, 47 lei, leccesi, nascondevano qualcosa come 300 chilogrammi di botti vietati. La loro casa come “deposito”  di giochi pirici, di fabbricazione cinese, classificati di quarta e quinta categoria, quindi vietati , destinati al mercato salentino per i festeggiamenti di fine anno. Botti che, se venduti, avrebbero fatto intascare ai due, denunciati dai militari della guardia di finanza di Lecce per detenzione e vendita illecite di materie esplodenti, circa 20mila euro.

L’operazione, condotta dai Baschi verdi del comando provinciale delle “fiamme gialle”, scaturisce proprio dai controlli specifici in occasione delle imminenti festività a contrasto dell’uso e vendita di artifizi pirotecnici illegali. A seguito della perquisizione eseguita all’interno dell’abitazione della coppia, i militari  hanno rinvenuto e sequestro circa 40 scatoloni pieni di prodotti pirotecnici esplodenti ed altamente pericolosi oltre che per la loro fattura anche per il fatto che erano custoditi senza le più elementari norme sulla sicurezza. E del buon senso. I fuochi d’artificio, infatti, erano accatastati senza alcuna cautela nel sottoscala dell’abitazione, pronti per essere immessi illegalmente sul mercato in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno. Nel 2011 la guardia di finanza ha portato a termine numerosi controlli a seguito dei quali sono stati sequestrati 3.495 chili di fuochi pirotecnici, arrestato una persona e denunciate sei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una casa-polveriera: oltre 300 chili di botti, denunciati coniugi

LeccePrima è in caricamento