Cronaca

Una lite, poi gli rompe il setto nasale e gli brucia l'auto: arrestato

I carabinieri hanno tratto Iasmin Florian, 25enne rumeno, residente a Taviano, operaio. I danni per un 34enne, dopo una lite per futili motivi. A Ugento, invece, con la polizia, acciuffato un uomo che aveva compiuto un furto

TAVIANO - I carabinieri hanno tratto in arresto lesioni personali, detenzione di arma da taglio e danneggiamento a seguito in incendio, Iasmin Florian, 25enne rumeno, residente a Taviano, operaio.

Dopo una lite per futili motivi con un 34enne tavianese, Florian lo avrebbe dapprima colpito al volto, procurandogli la rottura del setto nasale, per poi minacciarlo con un coltello, spaccare i vetri dell’auto della vittima, un’Alfa 147 con un carrellino e infine darle fuco.

FLORIAN Iasmin,-2Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli. Subito rintracciato e condotto in caserma, i militari hanno avvisato il sostituto procuratore di turno presso la Procura di Lecce che ha l’arresto. 

A Ugento, invece, I carabinieri della stazione locale e del commissariato di polizia di Taurisano, nella marina di Torre San Giovanni, questa mattina hanno tratto in arresto in flagranza di furto aggravato: Massimo D’Aprile, 32enne di Racale, già noto alle forze dell’ordine.

Militari e agenti hanno accertato, dopo una perquisizione personale e dell’auto, che D’Aprile si sarebbe reso responsabile del furto della cassetta di soldi all’interno di una motoape di proprietà di un commerciante di Alliste 67enne. La refurtiva è stata completamente recuperata e restituita al proprietario. Dell’arresto è stata data notizia al  sostituto procuratore di turno presso la Procura di Lecce il quale ha disposto l’accompagnamento nel carcere di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una lite, poi gli rompe il setto nasale e gli brucia l'auto: arrestato

LeccePrima è in caricamento