Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

"Una mela per la vita": la solidarietà scende in piazza

Sabato 11 e domenica 12, in venti piazze della provincia di Lecce, torna "Una mela per la vita", appuntamento di sensibilizzazione e solidarietà in favore dei malati di sclerosi multipla

Come ogni anno, sabato 11 e domenica 12 ottobre, nelle principali piazze della provincia di Lecce, torna "Una mela per la vita", l'appuntamento di solidarietà, nato per combattere la sclerosi multipla, promosso dall'associazione italiana sclerosi multipla e dalla sua fondazione (Fism), insieme a Unaproa, l'unione di produttori ortofrutticoli d'Europa.

L'associazione italiana sclerosi multipla, che quest'anno compie i suoi 40 anni di attività, scende nelle piazze con 320 mila sacchetti di mele, per un totale di oltre 4 milioni di frutti, per rinnovare l'appuntamento con la solidarietà e sensibilizzare su un male che colpisce più di ventisei mila giovani, pari al 48% del totale. Con un contributo minimo di 7 euro, si potrà sostenere la lotta alla sclerosi multipla, grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, invalidante ed imprevedibile, che colpisce principalmente la fascia di età tra i 20 e i 30 anni.

I fondi raccolti con "Una mela per la vita" contribuiranno a sostenere la ricerca scientifica e ad incrementare i servizi sanitari e sociali dedicati alle persone con sclerosi multipla come il programma "Giovani oltre la Sm", che comprende attività di informazione e servizi a carattere nazionale e sul territorio, mirati ad aiutare i giovani con sclerosi multipla nei diversi ambiti della vita lavorativa, sociale e familiare.

Quest'anno il dipartimento della Protezione civile della Presidenza del consiglio dei ministri, con le regioni e le organizzazioni di volontariato di protezione civile, sarà a fianco dell'Aism nelle piazze per sostenere la raccolta di fondi. Inoltre, l'associazione nazionale bersaglieri, con tutti i suoi soci, fornirà, anche in questa edizione il suo valido ed ormai consolidato supporto ai volontari dell'Aism.


Marisa Stefano, presidente della sezione Aism di Lecce, dichiara: "Dedichiamo questa manifestazione alla ricerca scientifica, l'unica arma per sconfiggere definitivamente la sclerosi multipla e aiutare i giovani, le persone principalmente colpite dalla malattia. La manifestazione è un'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla sclerosi multipla, sulle conseguenze che ha, in particolare, sui giovani e sull'impatto sociale: in Italia sono più di 2 miliardi i costi sociali annui della malattia. L'iniziativa vuole essere anche un momento per dimostrare ai nostri ragazzi con sclerosi multipla, che non sono soli e che tante persone, in particolare tanti giovani, sono con loro. Per chi volesse conoscere la piazza più vicina, è attivo 24 ore su 24 il numero 840.50.20.50 (al costo di un solo scatto da tutta Italia). L'elenco sarà, inoltre, disponibile sul sito www.aism.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una mela per la vita": la solidarietà scende in piazza

LeccePrima è in caricamento