Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Trovata pistola nella "pagghiara", forse usata per rapina

Una Rech 92 calibro 8 millimetri è stata rinvenuta in località "Marchello", a due chilometri da Santa Maria di Leuca, dagli uomini della squadra nautica della polizia. A Ugento, scovata un'antica anfora. Scappati due uomini

CASTRIGNANO DEL CAPO - Una scogliera, una "pagghiara", una pistola. Lo scenario è quello di uno dei tratti più suggestivi della costa salentina, illuminato dalla luce tersa di un inverno che non vuole ancora arrivare. Una Rech 92 calibro 8 millimetri è stata rinvenuta in località "Marchello", a due chilometri da Santa Maria di Leuca, dagli uomini della squadra nautica della polizia in una nicchia dell'antica costruzione, nascosta da una pietra. 

Perfettamente funzionante, completa di caricatore e di tre cartucce più altre otto, caricate a pallini, per fucile da caccia. E, come se non bastasse, due collant da donna di colore nero. Quanto basta per sospettare dell'utilizzo del materiale in rapine più o meno recenti. Ora tutti i reperti sono al vaglio della polizia scientifica del commissariato di Taurisano

Ma di ritrovamento ce n'è stato anche un altro e questa volta ha a che fare con l'archeologia: si tratta di un'anfora di epoca preromana, di un metro di circonferenza nel punto più ampio e di 70 centimetri di altezza. E' stata trovata sul molo del porticciolo turistico di Torre San Giovanni, nel comune di Ugento, nel punto in cui è stata lasciata dai due occupanti di un'auto, che alla vista della volante della polizia, proprio mentre stavano caricando l'anfora nel bagagliaio, si sono allontanati a gran velocità.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata pistola nella "pagghiara", forse usata per rapina

LeccePrima è in caricamento