Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Una vita al servizio dello Stato, Vincenzo Licciardello conclude la carriera in polizia

Il vicario della questura leccese, Vincenzo Licciardello, ha concluso la sua storica carriera da dirigente. Il funzionario di polizia, dopo quaranta anni, abbandona il servizio prestato allo Stato, cominciato nel ruolo di capitano

Vincenzo Licciardello

LECCE – Dopo quarant’anni al servizio dello Stato, ha concluso la sua carriera di funzionario della polizia di Stato, il vicario della questura della questura del capoluogo salentino Vincenzo Licciardello. Una carriera brillante quella del primo dirigente, costellata di soddisfazioni e sacrifici che l’hanno portato, da giovane capitano arruolatosi nel corpo delle guardie di pubblica sicurezza nel 1976, a vivere momenti complessi della storia del nostro paese e di trasformazione della polizia.

Assegnato alla questura di Milano quale responsabile della sezione volanti, è stato poi promosso vice dirigente della prima sezione della squadra mobile. Il 14 febbraio del 1978 ha partecipato ad una importante operazione di polizia giudiziaria che si è conclusa con un violento conflitto a fuoco nel corso del quale ha perso la vita un pericoloso latitante, esponente di spicco della criminalità organizzata milanese, ed è stato decorato della medaglia d’argento al Valor Civile. Il primo dicembre 1978, per motivi di sicurezza personale, è stato trasferito alla questura di Catania dove ha diretto, fino a novembre 1983, l’ufficio volanti. Dal 1983 è stato trasferito alla questura di Lecce, dove ha ricoperto l’incarico di dirigente dell’ufficio del personale e, dagli anni novanta al 2005, è stato capo di gabinetto del questore. Nel febbraio del 1996 è diventato primo dirigente, e, dal primo agosto 2005 ha svolto la funzione di vicario del questore di Lecce.

Licciardello ha sempre operato con professionalità ed impegno incondizionato che hanno consentito di ottenere risultati particolarmente qualificanti per la Polizia di Stato, raccogliendo l’unanime apprezzamento dei superiori e della cittadinanza. Grande conoscitore della realtà territoriale ha operato in un periodo particolarmente significativo; tra la fine  degli anni 80 e 90, la provincia salentina è stata uno dei centri di  interesse per le attività illecite della criminalità organizzata aderente al sodalizio della sacra corona unita, che aveva tentato di sottomettere il territorio salentino ai suoi traffici illeciti e, successivamente, le coste orientali sono state il punto di sbarco del primo grande esodo da parte di migliaia di clandestini provenienti dai paesi dell’Est, del medio oriente e dal Nord Africa.

Come capo di gabinetto prima e come vicario del questore poi, Vincenzo Licciardello è stato in prima linea nella gestione dei grandi eventi che hanno coinvolto la nostra provincia organizzando importanti servizi di ordine e sicurezza pubblica. Il Questore di Lecce Vincenzo Carella, nell’ultimo giorno di servizio del suo più stretto collaboratore, ha espresso parole di elogio per una carriera sempre improntata alla correttezza e al buon andamento dell’ufficio, corroborata da anni di esperienza e di fiducia conquistata anche con il costante contatto con la realtà territoriale. A lui vanno i migliori auguri del questore, dei funzionari e del personale della questura di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita al servizio dello Stato, Vincenzo Licciardello conclude la carriera in polizia

LeccePrima è in caricamento