Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Uno beccato con la coca, altri due con un chilo di marijuana in auto: tre patteggiamenti

Due anni e otto mesi è la pena concordata da un 48enne di Cutrofiano finito nei guai lo scorso aprile. Hanno chiuso il loro conto con la giustizia anche altri due uomini fermati il 19 maggio 2020 su un auto carica di “erba”

LECCE - Ha patteggiato due anni e otto mesi di reclusione per detenzione ai fini si spaccio di sostanze stupefacenti Michelangelo Pisciotta, 48anni di Cutrofiano.

La sentenza è stata concordata ieri attraverso l’avvocato difensore Donato Sabetta col giudice Sergio Tosi.

L’arresto risale alla tarda mattinata del 20 aprile scorso. Ad eseguirlo furono i carabinieri della sezione radiomobile di Maglie, impegnati in una specifica attività di controllo per prevenire l’attività di spaccio.

A seguito della perquisizione personale e domiciliare, presso la propria abitazione, l’uomo fu beccato con alcune dosi di droga, materiale per il confezionamento e del denaro contante ritenuto legato all’attività di spaccio. In particolare, i militari dell’Arma trovarono: una dose contente diciassette grammi di cocaina allo stato solido e di sei ulteriori dosi con 2,8 grammi sempre di cocaina, più 150 grammi di sostanza da taglio. Non solo. Fu rinvenuto anche un bilancino di precisione e materiale vario occorrente per il confezionamento della sostanza stupefacente. Posta sotto sequestro, come tutto il materiale ritrovato in casa, anche la somma di 265 euro, suddivisa in banconote di vario taglio, ritenuta verosimilmente provento della pregressa attività di spaccio.

Al termine degli accertamenti di rito e su disposizione dell’autorità giudiziaria per Pisciotta furono disposti i domiciliari.

Per lo stesso reato, nei giorni scorsi, hanno patteggiato due anni di reclusione, più 8mila euro di multa, ciascuno col giudice Michele Toriello, Americo Parata, 49 anni, di Taviano (al quale è stato riconosciuto il beneficio della pena sospesa) e Gervasio Romano, 50, di Matino. Il 19 maggio del 2020, i due uomini furono fermati dai carabinieri del Norm di Casarano a Matino su una Fiat Punto, a bordo della quale c’erano un chilo di marijuana distribuito in due buste e due dosi con altri 3,23 grammi della stessa sostanza.

Erano difesi dagli avvocati Biagio Palamà e Maria Greco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno beccato con la coca, altri due con un chilo di marijuana in auto: tre patteggiamenti

LeccePrima è in caricamento