Cronaca

Si perde alle Cesine, lo salvano i forestali dopo due ore di ricerche

Un leccese di 56 anni si è smarrito all'interno della riserva. Chiamati i soccorsi, è stato ritrovato dagli uomini del corpo forestale, provato e spaventato. Intanto il segnale del cellulare era sparito

 

LE CESINE (Vernole) – Dal sollievo per una piacevole e insolita passeggiata alla paura per essersi perso, tra alberi alti fino a nascondere il cielo e vegetazione fitta. Un uomo, leccese di 56 anni, dipendente pubblico, si era addentrato di buon’ora nella riserva naturale delle “Cesine”. Resosi conto di aver smarrito il senso dell’orientamento e di non essere più in grado di tornare sui propri passi, l’uomo ha avuto la fortuna di poter allertare i soccorsi con il proprio cellulare, in quel momento raggiungibile. La sua chiamata è stata girata al comando provinciale del corpo forestale dello stato che ha subito messo una decina di uomini – coadiuvati da alcuni dipendenti della Regione in servizio presso l’oasi – sulle sue tracce.

Ci sono volute due ore per recuperare il disperso che intanto, continuandosi ad addentrarsi nel bosco alla ricerca di una via d’uscita, si era portato in una posizione non coperta dal segnale telefonico. La mancanza di comunicazione ha reso impossibile fornire ai soccorritori indicazioni utili e così gli uomini della forestale si sono affidati alla conoscenza della zona per circoscrivere l’area. L’uomo è stato trovato in buone condizioni, seppur provato fisicamente e psicologicamente.

E’ probabile che l’uomo non fosse a conoscenza del divieto che esiste di muoversi individualmente all’interno della riserva, che può essere visitata ed attraversata solo in compagnia del personale autorizzato e per finalità scientifiche o didattiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si perde alle Cesine, lo salvano i forestali dopo due ore di ricerche

LeccePrima è in caricamento