rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Veglie

Doppio raid: spari su negozio di elettrodomestici e una concessionaria

Inquietanti episodi nella notte a Veglie: colpiti l'esercizio "Albano" in pieno centro e "Rizzo Automobili" in periferia. Usata una pistola 7.65. Carabinieri al lavoro per cercare di risalire agli autori delle incursioni criminali

VEGLIE – Due attività commerciali prese di mira in un’unica notte, una al centro e l’altra alla periferia di Veglie. Che dietro vi sia la mano del racket? Sebbene sia prematuro per dirlo, è la prima e più semplice fra le ipotesi che balzano alla mente in questi casi, specie quando si tratti di operazioni evidentemente coordinate da un’unica mente che potrebbe aver inviato in avanscoperta qualche sodale. E quella appena avvenuta nelle ultime ore appare proprio un’azione studiata per lanciare un “messaggio” preciso al territorio.

Al lavoro, ora, ci sono i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Campi Salentina. Per il momento non molto trapela sui due episodi che potrebbero essere avvenuti sia in contemporanea (qualora ad agire siano stati più emissari), sia a breve distanza l’uno dall’altro. Non essendovi testimonianze dirette, peraltro, non è chiaro con quale veicolo si siano mossi i malviventi. 

eaa182d5-0962-4c25-9475-30a6fd546f31-3

Certo è che questa mattina i militari si sono ritrovati a fare capolino prima nel cuore del comune del nord Salento, in via Santo Spirito, dove quattro colpi di pistola sono stati esplosi contro la serranda del negozio di elettrodomestici e arredamenti “Albano”, di proprietà di un imprenditore 52enne, per poi, poco dopo, essere raggiunti da una seconda richiesta d’intervento in via Salice, per un episodio che ha riguardato l’autosalone “Rizzo”.  

Nel primo caso i fori provocati dagli spari sono stati già ricoperti, poco dopo il sopralluogo effettuato dai militari. Nessuno è rimasto ferito, ma i proiettili hanno provocato danni anche a materiale elettrico all'interno. Per quanto riguarda la concessionaria, di proprietà di un 52enne e situata all’uscita del paese, nei pressi della strada provinciale 17, gli spari hanno attinto le vetrate. Recuperati per terra alcune ogive. Anche in questo caso, quattro i colpi esplosi. E in entrambi gli episodi è stata usata un’arma calibro 7.65.

Si cerca ora di fare luce in questo inquietante atto criminale attraverso telecamere di sorveglianza della zona. Ne sono state acquisite alcune, di immagini, che dovranno essere vagliate, ma non dai due esercizi colpiti: in un caso, infatti, non erano funzionati e nell'altro non n'erano state installate. Quanto a eventuali minacce e richieste estorsive, in entrambi i casi le vittime hanno riferito di non averne mai subite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio raid: spari su negozio di elettrodomestici e una concessionaria

LeccePrima è in caricamento