Veglie, dai rubinetti più nemmeno un goccio d'acqua: è finita tutta per strada

La rottura di una tubatura principale, che sorge proprio al di sotto della Chiesa Matrice, ha generato un curioso effetto a cascata sulle scale del sagrato. E problemi a non finire in paese, dove per l'intera giornata è stato allestito un servizio di autobotti

In alto: un fotogramma del video inviato da un cittadino di Veglie. Sotto, galleria fotografica di William Tarantino.

VEGLIE – Dov’è finita tutta l’acqua di Veglie? Semplice: per strada. Dai rubinetti, fin dalle prime luci dell’alba, non ne usciva più nemmeno un goccio.  Il centro storico, nei pressi della Chiesa Matrice, ne era però letteralmente invasa.

Un fiume in piena. Con un singolare effetto a cascata proprio sulle scale del sagrato. Perché ad andare a pezzi è stata una vecchia tubatura principale. E dato che la chiesa sorge nel punto più alto del paese, a 49 metri sul livello del mare, tutta l’acqua s’è riversata nelle altre zone del centro storico, per via della pendenza.

La situazione, ovviamente, non è stata solo curiosa, ma problematica (e molto) per l’intero comune. Inutile dire che se un guasto di simile ampiezza non è mai auspicabile, che accada nel pieno dell'estate, con un caldo afoso, diventa un dramma. 

(Video: l'incredibile cascata)

E mentre nella zona della maxi-perdita si sono ritrovati vigili del fuoco del distaccamento locale, agenti di polizia locale e tecnici dell’Acquedotto pugliese per le riparazioni, per tutta la mattinata è mancata la fornitura nell’intera Veglie, al punto che è stato necessario allestire un corposo servizio di autobotti.

Ancora nella serata, la situazione non era del tutto risolta. L’acqua era ritornata nella zona nord, ma non in altre parti del paese. La falla più grossa, d'altro canto, è larga ben 38 centimetri, ma il tubo è forato anche in altre parti. I tecnici hanno inserito temoporaneamente un manicotto in attesa di tornare al lavoro lunedì per la sostituzione definitiva. E non sono mancati i problemi nei problemi: in via Dante e in largo San Vito la pressione ha fatto anche saltare i tombini, ragion per cui i lavori si sono spostati anche in quelle zone.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento