Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

In auto 2 chili di marijuana, lui cerca di giustificarsi: "Trovata in un casolare"

I carabinieri di Veglie hanno arrestato un 44enne. Fermato per un controllo, l'abitacolo della Smart era invaso da un odore pungente e inconfondibile

VEGLIE – “L’ho trovata in un casolare, nelle campagne”, pare abbia detto, appena fermato dai carabinieri per un controllo. E, sebbene ancora non avessero visto nemmeno cosa sosteneva di aver trovato, dall’odore che invadeva l’abitacolo, intenso e pungente, i militari hanno capito subito. Gianluca Cirfeta, 44enne, vegliese, trasportava un carico di marijuana: 2 chili e 200 grammi. Lo stupefacente, avvolto in due pacchi di plastica, non era nemmeno nascosto più di tanto. Cirfeta l’aveva solo infilato in una grossa scatola di cartone. Era nel portabagagli.

L’arresto è avvenuto a metà mattinata circa. I carabinieri della stazione di Veglie, in collaborazione con i colleghi della sezione radiomobile di Campi Salentina, avevano deciso di effettuare un posto di controllo di routine, scegliendo oggi come punto dove appostarsi la provinciale che collega Veglie a Carmiano. Fermata una prima auto, a un certo punto è spuntata una Smart bianca. A bordo c’era Cirfeta, che s’è visto sventolare davanti la paletta. Costretto ad accostare, ecco la rivelazione. Insomma, avrebbe messo le mani avanti ben sapendo che quell’odore, troppo forte, non sarebbe sfuggito e che i carabinieri, in pochi minuti, avrebbero scovato la sostanza.

Che abbia davvero trovato la marijuana in un casolare, un paio di chilometri prima, è una versione alla quale i carabinieri non devono aver creduto più di tanto e men che meno il pubblico ministero di turno, Donatina Buffelli, la quale, una volta informata dei fatti, ha ordinato l’arresto, con trasferimento in carcere. Nell’auto, peraltro presa a noleggio, come detto Cirfeta custodiva due involucri ben sigillati, contenenti ciascuno 1 chilo e 100 grammi di marjuana. Sostanza risultata al narcotest di ottimo livello, qualità Skunk, finita sotto sequestro insieme con mille euro in contanti. Non è improbabile, ma questa è al momento solo un'ipotesi, che l'uomo, disoccupato, stsse effettuando il trasporto per conto di qualcuno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto 2 chili di marijuana, lui cerca di giustificarsi: "Trovata in un casolare"

LeccePrima è in caricamento