menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vende borse con griffe false e tenta di fuggire lanciandosi in mare

Arrestato un senegalese che ha reagito malamente a un controllo dei carabinieri di Ugento, durante un servizio al mercato

TORRE SAN GIOVANNI - Introduzione in Italia e commercio di prodotti contraffatti sarebbe stato l’unico reato che gli avrebbero contestato, se non avesse reagito malamente. E invece, Semsou Fall, 42enne senegalese, è stato arrestato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. E’ successo ieri pomeriggio a Torre San Giovanni, frazione di Ugento.

Nella località marittima i carabinieri della stazione ugentina e della compagnia di Casarano stavano svolgendo uno  specifico servizio contro il fenomeno del commercio ambulante abusivo, quando si sono imbattuti nell’uomo sul lungomare Japigia, all’interno dell’area adibita al mercato settimanale.

Il 42enne stava vendendo alcune borse con i principali marchi di moda contraffatti. Ma quando ha notato i militari, per eludere il controllo, ha iniziato a proferire frasi minacciose, strattonandone uno e riuscendo in un primo momento a scappare in direzione della spiaggia. Per cercare di far perdere le tracce, si è anche lanciato più volte in acqua, tentando di mimetizzarsi tra i bagnanti. Ma, tenuto sempre sotto vista anche da distanza, appena è rientrato sull’area asciutta, è stato rintracciato.

La merce contraffatta, ventiquattro borse per un valore di circa mille euro è stata sequestrata. Nel corso dello stesso servizio, è stato denunciato anche un nigeriano di 46 anni, residente a Monteroni di Lecce, che stava vendendo diciassette borse, sempre con griffe false, per un valore di 700 euro circa. Questi non ha opposto resistenza ed è stato rilasciato dopo il deferimento. Mentre il 42enne senegalese è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento