Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Guagnano

Vendevano antiparassitari per ortaggi in locali abusivi

Scoperti dai carabinieri del Nas di Lecce tre depositi abusivi di fitosanitari, rispettivamente a Guagnano, Salice salentino e Calimera, locali che erano utilizzati per commerciare antiparassitari

Scoperti dai carabinieri del Nas di Lecce tre depositi abusivi di fitosanitari, rispettivamente a Guagnano, Salice salentino e Calimera, locali che praticamente erano utilizzati per la commercio degli antiparassitari destinati ai prodotti ortofrutticoli ma senza alcuna autorizzazione per la vendita in genere.

Inoltre, nel corso dell'intervento, i militari del Nucleo antisofisticazione hanno appurato che le vendite dei prodotti fitosanitari, rientranti nella tipologia dei tossici e nocivi, avvenivano da parte dei titolari prive delle prescritte registrazioni e senza l'emissione del necessario modulo per l'acquisto.

Va detto anche che quest'ultimo documento, indispensabile per avere una sorta di mappatura delle vendite, dato che riporta tra le altre cose l'informazioni sulle generalità del cliente e la sua autorizzazione all'acquisto. Non solo. E lo stesso cliente che poi si assume la propria responsabilità con tanto di firma in calce circa la corretta conservazione dei prodotti fitosanitari, il loro impiego secondo le norme prescritte, sia per quanto attiene alla tipologia dei prodotti ortofrutticoli trattati con gli antiparassitari, sia per le qualità impiegate per superficie e per tempi di carenza.

Per conoscenza, con il termine "prodotti fitosanitari", si intendono varie sostanze attive e preparati contenenti una o più sostanze attive, destinati a proteggere i vegetali o i prodotti vegetali da tutti gli organismi nocivi o a prevenirne gli effetti; a favorire o regolare i processi vitali dei vegetali, escludendo i "fertilizzanti"; ma anche conservare i prodotti vegetali, con esclusione dei conservanti disciplinati da particolari disposizioni eliminare le piante indesiderate; e ancora servono pure ad eliminare parti di vegetali, frenare o evitare un loro indesiderato accrescimento.


Anche a Maglie controlli dei carabinieri per verificare nei locali pubblici se fossero osservate o meno le norme igienico sanitarie interno locali pubblici. Con il supporto del personale della Asl di Lecce, i militari hanno deferito denunciato la titolare di un bar del centro che utilizzava un frigorifero congelante in pessime condizioni igenico-sanitarie. Inoltre, nel corso del servizio, sono state rilevate violazioni riguardanti il sistema di autocontrollo di qualità degli alimenti in un altro bar e in una pizzeria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendevano antiparassitari per ortaggi in locali abusivi

LeccePrima è in caricamento