Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Vendita auto, società fantasma evade 2 milioni di euro

Vasto giro scoperto dalle Fiamme gialle di Lecce. Denunciato il "ghost trader": si interponeva tra i fornitori esteri e gli acquirenti emettendo fatture per operazioni inesistenti. Oltre 700 i veicoli

La chiamano "frode carosello", è un sistema illecito che procura giri d'affari colossali. E quello riguardante il mercato di auto che arrivavano nel Salento, principalmente dalla Germania, ma anche da altri paesi della Comunità europea, era un giro davvero vasto e particolarmente lucroso, se si considerano i dati diramati dalla Compagnia della guardia di finanza di Lecce, a seguito di indagini oltretutto ancora in corso: oltre 700 autoveicoli immessi sul mercato, per un valore complessivo di 10 milioni di euro, con un danno per l'erario di 2 milioni di euro. Una persona, il cosiddetto "ghost trader" ("imprenditore fanta-sma"), è stata al momento denunciata all'autorità giudiziaria, le responsabilità di altri soggetti sono al vaglio degli inquirenti.

Ma come funzionava il meccanismo? L'impresa si interponeva in modo fittizio tra i fornitori esteri di veicoli e gli effettivi acquirenti e, attraverso l'emissione di fatture per operazioni praticamente inesistenti, evadeva l'Iva gravante sulla cessione delle stesse vetture.


Come dire: l'impresa fantasma si accollava tutta l'Iva al posto dei veri im-prenditori, ricevendo fatture dall'estero ed emettendo a sua volta fatture nazionali, in modo che i veri acquirenti potessero scaricare le tasse. Le investigazioni delle fiamme gialle non sono ancora terminate: proseguono su scala nazionale e mirano ad individuare gli effettivi commercianti che hanno acquistato le automobili, con un sostanzioso risparmio sulle imposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita auto, società fantasma evade 2 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento