rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Verifiche a campione anche su bus e treni: oggi disco verde per studenti e pendolari

Le direttive poste da prefettura e questura per i controlli sul Green pass messe in campo anche dalle specialità di Polstrada e polizia ferroviaria. Controlli a campione alle fermate degli autobus e in stazione. Per ora tutto regolare per la certificazione verde di base

LECCE - Parlare di bilanci è pressoché prematuro dopo appena due giorni dall’entrata in vigore, in tutt’Italia, delle nuove regole legate al decreto governativo che istituisce anche il Super Green pass. Anche se dalla prefettura di Lecce è arrivato il primo aggiornamento numerico sull’avvio delle attività di verifica e campionatura (510 le persone controllate e sei le sanzioni elevate dalle forze dell'ordine nel primo giorno di verifiche anche nel Salento) che consente di incasellare il report che puntualmente l’ufficio territoriale di governo fornirà, in questi giorni, al vaglio del ministero dell’Interno.

La necessità di armonizzare le richieste capillari della nuova normativa con l’applicazione del buonsenso, sono le direttrici entro le quali si stanno muovendo le attività interforze dei controlli a campione anche alle fermate dei bus, sui treni regionali e nei bar e ristoranti cittadini.

Come stabilito dal decreto il piano prevede l’effettuazione costante di controlli, anche a campione, avvalendosi delle forze di polizia, e delle specialità dei corpi della polizia stradale e della polizia ferroviaria, per garantire il rispetto dell’obbligo del possesso delle certificazioni verde di base o "rafforzata".

Ma si specifica che tali attività devono essere “svolte nell’ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”. Vista l’ampiezza degli ambiti di applicazione, che rende pressoché impossibili i controlli a tappeto, il governo per mezzo della prefettura e della questura ha già rinnovato l’appello al “buon senso”. Ovvero più che far prevalere l’aspetto sanzionatorio, meglio incentivare i cittadini sulla necessità etica del rispetto delle nuove normative per il bene e l’interesse collettivo.   

I controlli, dopo la verifica sul campo effettuata anche in mattinata, sulla certificazione verde sono partiti. Con una particolare attenzione alle aree e alle fasce orarie di maggiore afflusso di persone e al trasporto pubblico. La stretta annunciata dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha visto scendere in campo le forze dell’ordine per la verifica dei pass e anche questa mattina le pattuglie della Polstrada di Lecce e gli agenti della polizia ferroviaria hanno operato sul fronte delle verifiche a campione.

I controlli alle fermate dei bus

Attenzionati da parte degli agenti della polizia stradale, in particolare, studenti e utenti dei bus urbani ed extraurbani nella zona del city terminal dell’ex Foro Boario, in piazza Carmelo Bene. Con le verifiche che non hanno registrato al momento particolari criticità o inadempienze.

Pressoché tutti i ragazzi e i pendolari controllati alle fermate, in salita o discesa di mezzi pubblici, erano regolarmente in possesso della certificazione verde di base da vaccino, o che si ottiene con un tampone negativo, molecolare, valido 72 ore, o rapido (valido per 48 ore).

L’occasione diventa importante, anche per i prossimi giorni, per estendere i controlli non solo sul green pass, ma anche sulle articolazioni attinenti alla sicurezza stradale, in merito alle condizioni di manutenzione dei mezzi di trasporto extraurbani e dei bus turistici. Tutto regolare al momento anche sul versante dei controlli presso la stazione di Lecce e a bordo dei treni regionali.

Il piano di sicurezza interforze per i controlli, messo a punto dalla questura di Lecce, retta da Andrea Valentino, su indicazioni del Comitato provinciale per l'ordine pubblico, presieduto dal prefetto Maria Rosa Trio, prevede  tutti i giorni, e sino al 15 gennaio, un dispositivo di attività con pattuglie all'ingresso e all'uscita delle scuole, alle fermate dei bus, nelle attività di ristorazione e anche a bordo dei treni regionali.

Nei fine settimane e nei giorni festivi e prefestivi il dispositivo si rafforza con controlli più capillari nelle ore serali e nei luoghi di maggiore aggregazione, le vie dello shopping e dei locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verifiche a campione anche su bus e treni: oggi disco verde per studenti e pendolari

LeccePrima è in caricamento