Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Rubano due trattori nelle campagne, ma ne perdono uno in un incidente

L'appello delle vittime: "Aiutateci a ritrovare il mezzo". E' successo a Vernole. E il fenomeno è più esteso di quanto si creda

Nelle foto, il mezzo recuperato. L'altro è sparito.

VERNOLE – Per chi lavora in agricoltura il danno è immenso, e non solo per il valore commerciale dei mezzi (mediamente, sui 40mila euro l'uno, nuovo), ma soprattutto per le dirette conseguenze. Il tutto si ritorce sull’attività stessa, che subisce inevitabili rallentamenti.

Una famiglia di Acquarica di Lecce, frazione di Vernole, lancia ora un appello: qualcuno li aiuti a scoprire dov’è finito il trattore che un banda di ladri è riuscita a sottrarre alcuni giorni addietro. Non è detto, infatti, che abbia preso già il largo, magari nei Paesi dell’Est dirimpettai. Non si eslude che possa essere nascosto in qualche casolare abbandonato, nelle vicinanze, in attesa di essere portato via definitivamente.

In realtà, erano due i veicoli rubati in origine, ma uno è stato già recuperato. Anche se danneggiato, purtroppo. Uno dei ladri, infatti, proprio la notte del furto, è uscito fuori strada, schiantandosi contro un albero. E non si capisce come possa essere uscito illeso dell’impatto.

Questi i fatti: nel fine settimana, verso l’una di notte, a cavallo far sabato e domenica, una banda di veri e propri “professionisti”, è entrata in un podere di proprietà di una famiglia del piccolo borgo. Probabilmente erano cinque o sei soggetti. Qualcuno nelle classiche vesti di “palo”, gli altri all'opera. Hanno approfittato anche delle condizioni meteo, con forte e vento e piogge sparse. In giro, dunque, non c’era nessuno ed è stato possibile compiere un’operazione piuttosto complessa senza che i residenti si accorgessero di nulla.

L’abitazione dei derubati, infatti, dista appena un centinaio di metri dalla tettoia sotto la quale erano parcheggiati i trattori. Ebbene, i ladri hanno staccato gli attrezzi agganciati in quel momento, che evidentemente non gli servivano, e hanno pensato bene di trainarne altri, ben più importanti, vale a dire un paio di dischi per l’aratura (il costo per il singolo attrezzo si aggira sui 7-8mila euro).

Poi, hanno avviato i trattori e sono fuggiti. All’altezza del campo sportivo comunale, sulla Vernole-Acquarica, però, deve essere successo qualcosa. Forse un errore di manovra, forse il passaggio di qualche auto che potrebbe aver spaventato i malviventi. Tant’è, il conducente del primo trattore, il più grosso, un Fiat modello 80-66, deve aver frenato di colpo, producendo come effetto lo sbandamento di quello che lo seguiva, il quale ha urtato di fianco contro un albero. Il trattore è rimasto pesantemente danneggiato.

Tuttavia, l'individuo alla guida non deve aver riportato ferite serie, perché alla fine, abbandonato questo secondo veicolo, al quale erano anche agganciati i dischi per l’aratura, l’operazione è comunque proseguita con il primo trattore, ancora integro. E che s'è dileguato nel nulla.

Le indagini sono in mano ai carabinieri. E, sfumata l’ipotesi di un tentativo di “cavallo di ritorno” (a rigor di logica, sarebbe bastato rubare un solo trattore, senza premunirsi di trainare anche i dischi, per cercare di estorcere denaro ai proprietari con telefonate con richieste di riscatto), è più credibile che il furto sia avvento su commissione.

IMG-20170303-WA0002-2Spesso questi mezzi agricoli vengono imbarcati e trasferiti in Albania, per poi arrivare, magari, in altre zone dell’Europa dell’Est. Ma, appunto, non è detto che il mezzo sia già sparito dalla circolazione. E’ molto ingombrante e di certo condurlo in strada comporta rischi, visto che non si passa inosservati. Ecco perché potrebbe essere nascosto ancora nelle campagne dell’hinterland leccese.

E dunque, qualora qualcuno abbia notato qualcosa di anomalo, quella notte o nelle ore seguenti, oltre ovviamente a chiamare i carabinieri, può contattare il seguente indirizzo email: luigifasiello@libero.it. Risponderà il genero delle vittime. 

Vale la pena menzionare che di recente, nelle campagne intorno al capoluogo, si stanno verificando diversi furti: mezzi agricoli e gasolio vanno per la maggiore. Qualche giorno addietro, i carabinieri hanno anche intercettato fra Vernole e Merine un camion rubato che trasportava una cisterna carica di carburante, presumibilmente sottratto in vari poderi.

Alla fine di gennaio, un furto di gasolio e attrezzi agricoli è stato sventato in un maneggio privato di Caprarica di Lecce.  Molto interessante, poi, perché ricorda da vicino la vicenda odierna, un altro furto di trattori sventato, i quel caso dai vigilanti di Alma Roma: alcuni ladri, a novembre dello scorso anno, volevano impossessarsi dei mezzi di un agricoltore di Pisignano, anche questa frazione di Vernole. E dunque, a ben vedere, si tratta di vicende che riguardano località molto vicine fra loro e che perdurano da mesi. E sono solo quelle di cui si è venuto a sapere. Ergo, il fenomeno potrebbe essere ben più vasto.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano due trattori nelle campagne, ma ne perdono uno in un incidente

LeccePrima è in caricamento