Cronaca

Vertenza Alitalia contro Berlusconi: nuova istanza

Presentata alla Corte d'Appello di Lecce da parte dei difensori degli azionisti coinvolti una richiesta per l'anticipazione dell'udienza civile in merito all'estromissione di alcuni dalla causa

tribunale_civile-14

LECCE - È stata presentata un'istanza alla Corte d'Appello di Lecce per l'anticipazione dell'udienza civile relativa alla questione dell'estromissione degli azionisti intervenuti nella causa civile tra Francesco Toto e il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, sul caso Alitalia. La vertenza degli azionisti Alitalia contro il premier, dunque, prosegue. Gli azionisti danneggiati, in buona sostanza, chiedono di essere ammessi come parte lesa nel procedimento civile.

L'atto è stato presentato ieri da Toto, che difende altri azionisti unitamente all'avvocato Francesco D'Agata dello "Sportello dei Diritti", ritenendo quanto mai necessaria - dopo la sorprendente decisione da parte del Tribunale civile di Lecce di estromettere le decine di soggetti intervenuti e la conseguente ordinanza della Corte di appello a cui gli stessi si erano rivolti per essere riammessi nell'azione di primo grado che ha rinviato al 27 giugno 012 - un'accelerazione dell'iter processuale stante l'importanza della questione per le ricadute anche in termini sociali.


L'avvocato Toto, come riportato da Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento tematico nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti", denuncia nella vicenda ritardi e tentativi di "smembrare il processo di primo grado indebolendo l'azione intrapresa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Alitalia contro Berlusconi: nuova istanza

LeccePrima è in caricamento