menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vespa rubata e forse tentato scippo: individuato e denunciato il responsabile

I fatti nel pomeriggio di domenica in viale Marche. Gli agenti delle Volanti hanno rintracciato un 26enne denunciato per il furto del mezzo e ritenuto l’autore anche dello scippo mancato

Le vittime si erano presentate in questura quasi contestualmente. Uno di loro, un ragazzino di soli 14 anni, aveva lamentato di aver subito il furto della propria vespa, con una sorta d’inganno. L’altra, una giovane donna, denunciava un tentativo di scippo della borsetta. Tentativo, per altro, andato a vuoto. E, comunque, perpetrato, a quanto pare, sempre a bordo del mezzo a due ruote sottratto poco prima all’altro malcapitato. I fatti si sono consumati nel giro di poche ore nel pomeriggio di domenica scorsa, come già rendicontato con un articolo precedente.

Gli agenti della sezione Volanti della questura di Lecce, dopo aver raccolto la doppia denuncia e tutti gli elementi, le testimonianze e visionato i filmati, sono riusciti a risalire all’identità del responsabile del furto della vespa, ritenuto anche l’autore del successivo tentativo di scippo, avvenuto in viale Marche. Dopo il furto del ciclomotore infatti, il giovane responsabile, L.Z. 26anni originario di San Cesario, avrebbe infatti tentato di portare via la borsetta di una donna che in quel momento transitava in bicicletta sempre su quel viale. Quest’ultima al momento resta ancora una teorica ipotesi, ma sembra alquanto fondata.

Le ricerche dei poliziotti hanno consentito di ritrovare, la stessa sera di domenica, la vespa sottratta al ragazzino, posteggiata nei pressi dell’abitazione della fidanzata dell’uomo. Una volta recuperato il mezzo è stato riconsegnato al legittimo proprietario. Il 26enne sebbene si fosse comunque già presentato, con il proprio legale, negli uffici della questura per restituire le chiavi della vespetta, non ha potuto evitare la denuncia per furto.

Per quanto riguarda l’episodio successivo del tentativo di scippo ai danni della donna in bicicletta, nonostante molti indizi riconducano alla responsabilità dello stesso 26enne, sono ancora in corso ulteriori e approfondite indagini da parte degli investigatori della squadra Mobile di Lecce per provare i maturati sospetti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento