Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Via De Pace, cantiere fermo: commercianti "in lutto"

Gallipoli, i lavori per il basolato sull'arteria del centro storico interrotti da martedì scorso. Scavi e pietrame abbandonati, ma transennati, davanti ai negozi. E gli operatori accendono i "lumini"

Il cantiere bloccato all'altezza di piazza della Repubblica.

Sembra quasi un segno del destino che quando i lavori che interessano l'arteria principale del centro storico di Gallipoli, ovvero via Antonietta De Pace, giungono in prossimità della piazzetta della Repubblica, ci si imbatta sempre in qualche intoppo che blocchi di fatto le operazioni in corso. Con la pazienza degli operatori commerciali ancora una volta messa a dura prova, atteso che tra poco arriva anche il periodo pasquale che dovrebbe serre quello più propizio per la "ripresa" economica degli esercenti. Era accaduto già qualche anno addietro con i lavori di smantellamento del basolato e della realizzazione delle condotte idriche e fognarie che avevano determinato l'apertura di una piccola voragine, proprio all'altezza di piazzetta della Repubblica, con la fuoriuscita di qualche ratto non proprio gradito alla vista degli avventori e degli stessi operatori commerciali. Oggi, a distanza di tempo, la situazione sembra riproporsi con il cantiere in corso per il riposizionamento del vecchio basolato sull'intera via De Pace (e programmato dall'amministrazione comunale sino all'altezza di piazza Imbriani) , giunto neanche a dirlo a due passi dalla stessa piazza delle Repubblica.

Accade che secondo quanto lamentato all'unisono dai commercianti della zona e della relativa associazione di riferimento del centro storico i lavori in questione siano ormai bloccati da diversi giorni e il cantiere, seppur adeguatamente transennato, è stato come spesso accade abbandonato con tutto il suo carico di terriccio e pietrame, e con gli scavi relativi alla messa in opera aperti e in balia del maltempo ritornato pregante in questo ultimo fine settimana. Una situazione che stando alle rassicurazioni dei vigili urbani e dell'ufficio tecnico comunale dovrebbe essere temporanea e limitata al superamento di alcuni intoppi di natura tecnica e del reperimento dei basoli che dovrebbero essere stati catalogati e stipati nell'atrio dell'ex macello comunale. Rassicurazioni che non convincono o acquietano più di tanto i negozianti e i ristoratori della zona di via De Pace, già abituati alle "promesse" di tecnici e amministratori pubblici, puntualmente disattese dalle lungaggini burocratiche e dal protrarsi oltre i tempi leciti dei vari lavori in corso. E per questo che simbolicamente e con una azione ad effetto, i commercianti e operatori di via De Pace hanno dichiarato di essere nuovamente "in lutto", posizionando sul monticciolo di terra e asfalto all'interno del cantiere, un lumino votivo in segno di protesta.


"E' inconcepibile che ancora una volta i lavori su questa via principale del borgo antico" dico in coro i negozianti di via Antonietta De Pace, "vengano abbandonati per giorni e giorni, e non sappiamo fino a quando, perché la ditta non ha il materiale per ultimare le operazioni di riposizionamento del basolato. E gli unici ad essere sempre penalizzati da queste incomprensioni tra Comune e ditte appaltatrici siamo noi operatori commerciali. Martedì scorso i vigili hanno chiuso e transennato il cantiere e amen! La strada è rimasta così incompleta tanto da creare intralcio anche alla processione di San Giuseppe?E tra pochi giorni arriva Pasqua? E quando riprenderanno, e soprattutto finiranno, questi lavori non lo sa nessuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via De Pace, cantiere fermo: commercianti "in lutto"

LeccePrima è in caricamento