Cronaca Leuca / Via San Cesario

Di nuovo agibili le case di via Milinanni, un anno dopo la paura e lo sgombero

Dopo alcuni interventi di consolidamento delle fondazioni, quaranta famiglie potranno fare rientro nelle abitazioni abbandonate nottetempo a settembre del 2011. Firmata dal sindaco Perrone la revoca dell'ordinanza di sgombero

Un presidio degli sgomberati (foto di archivio).

LECCE – Erano finiti per strada, nottetempo, ben prima che un’ordinanza del sindaco, Paolo Perrone, certificasse i pericoli in quel condiminio: famiglie e giovani coppie, residenti al civico 42 di via San Cesario, angolo via Milinanni, nella notte tra il 15 e il 16 settembre dello scorso anno, si riversarono per strada, spaventati dall’ultimo di una serie di episodi che si stavano ripetendo in maniera sempre più frequente e le cui conseguenze visibili erano crepe sui muri.

Da oggi gli appartamenti del condominio “Quadrifoglio” di via Milinanni, a Lecce, sono nuovamente agibili e le quaranta famiglie circa che dovettero evacuarle potranno farvi ritorno. Il sindaco, Paolo Perrone, ha infatti firmato questa mattina la revoca dell’ordinanza di sgombero firmata un anno addietro, il 7 di ottobre del 2011.

All’emanazione di quel provvedimento si giunse, tra rimpalli di responsabilità tra amministrazione, ditta esecutrice dei lavori e Acquedotto pugliese – proprietario di alcune tubature sospettate di essere responsabili dei cedimenti e degli scricchiolii  -, in una fase di grande esasperazione che culminò, qualche giorno dopo, con una rumorosa invasione di Palazzo Carafa dove gli sgomberati rivendicarono una sistemazione dignitosa.

Con difficoltà e con qualche frizione al limite del contenzioso legale, proprietari e ditta sono infine giunti ad una soluzione consensuale e sono stati effettuati i lavori necessari: sono state installate tredici strutture di collegamento tra pali e piastra di fondazione e sono stati realizzati 54 micropali con malta di cemento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di nuovo agibili le case di via Milinanni, un anno dopo la paura e lo sgombero

LeccePrima è in caricamento