Cronaca Via Pistoia

Case parcheggio di via Pistoia, i vigili sequestrano i contatori della luce

Dopo la tensione di ieri è stata aperta un'inchiesta. Per il Comune l'ascensore non può funzionare a causa degli allacci abusivi, per i residenti i problemi sono ben altri. Presto l'intervento di una ditta specializzata

LECCE - I vigili urbani sono arrivati all'ora di pranzo al civico numero 2 di via Pistoia, dove ieri era andata in scena una parte della querelle tra maggioranza e centrosinistra sulle politiche abitative del Comune di Lecce, per apporre i sigilli ai contatori presenti nel vano luce. Dopo la segnalazione del consigliere Roberto Martella, infatti, la Procura ha aperto un fascicolo affidato al pubblico ministero Giuseppe Capoccia che, questa mattina, ha disposto il sequestro. Custode giudiziaria è stata nominata una delle figlie della signora Rita Lecci in Monaco, che ieri ha aperto ai cronisti le porte della sua casa per raccontare la sua drammatica esperienza di madre che ha visto la bara del figlio, morto investito, uscire dalla casa, ubicata al quinto piano, con un montacarichi, essendo rotto da sei anni l'ascensore. 

contatori 001-3-2Il provvedimento odierno non implica l'interruzione dell'erogazione dell'energia elettrica, ma i residenti interessati dovranno quanto prima regolarizzare l'accesso alla corrente. Mentre le indagini - che partiranno dalla relazione che i vigili urbano devono consegnare entro 48 ore - appureranno se ci sono estremi di reato. Quando la situazione verrà regolarizzata, allora sarà possibile intervenire per ripristinare il funzionamento dell'ascensore.Almeno così ha dichiarato Martella, anche questa mattina presente sul posto. E' convinzione dell'amministrazione che la sottrazione illecita di corrente dai contatori comuni sia una pratica diffusa e che per questo non ci sarebbe stata l'energia sufficiente per attivare l'ascensore.

Gli inquilini ritengono invece che la questione degli allacci abusivi sia soltanto un pretesto e che la vera causa risieda in una serie di problemi strutturali come l'allagamento del vano. Domani mattina toccherà ai tecnici dell'Uffico case del Comune dire la loro e, quando sarà possibile, verranno chiamati quelli di una ditta specializzata che dovrebbe effettuare il collaudo restituendo così alle famiglie dello stabile uno strumento fondamentale per muoversi e trasportare pesi. Anziani e bambini vivono come segregati in casa. Ed è un altro problema rispetto all'eventuale allaccio abusivo alla corrente elettrica.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case parcheggio di via Pistoia, i vigili sequestrano i contatori della luce

LeccePrima è in caricamento