Furti tentati in casa e ditta: videocamere immortalano uno dei ladri

Due gli episodi, a Lecce e Alezio, tra la mattinata di domenica e la scorsa notte: le telecamere installate all’esterno di un’azienda hanno però ripreso un individuo. Nelle prossime ore potrebbe scattare un provvedimento nei suoi confronti

Foto di repertorio.

LECCE – Sono almeno due i furti (uno tentato, l’altro in parte riuscito) nelle ultime 24 ore, nel Salento. In un caso, le videocamere di sorveglianza hanno immortalato un individuo: è stato già identificato dalla polizia, che sta ora valutando la sua posizione. Si tratta dell’ultimo episodio, in ordine di tempo, che si è verificato intorno all’una e mezzo della scorsa notte.  Il ladro ha cercato di accedere ai locali della ditta Ecomet srl in via Scomunicata, nella zona Aria Sana, tra Lecce e San Cesario di Lecce per perpetrare un colpo.

Dopo aver mandato in frantumi il vetro di una finestra, l’uomo non ha però avuto il tempo necessario di accedere all’interno dello stabile. Il sistema di antifurto della azienda, specializzata nel recupero e riciclo di materiale metallico, si è subito attivato e lo ha messo in fuga. Gli “occhi elettronici” installati all’esterno lo hanno però immortalato.  E quei filmati sono finiti nelle mani degli agenti della sezione volanti della questura, guidati dal vicequestore Eliana Martella. I poliziotti - gli stessi che hanno poi eseguito i rilievi nella notte  hanno identificato l’individuo nel giro di poco tempo: un nome noto alle forze dell’ordine, tanto che gli agenti sono già al lavoro per ricostruire l’accaduto e procedere con eventuali provvedimenti penali a carico dell'uomo.

Anche nelle ore precedenti si è verificato un altro tentativo di furto, andato in fumo. Un topo d’appartamento si è infatti intrufolato in un’abitazione in via Gallipoli, nel centro abitato Alezio. Intorno all’ora di pranzo di ieri, approfittando dell’assenza dei proprietari, un malvivente si è infatti introdotto in casa, rovistando nella camera da letto da dove ha asportato alcuni oggetti di valore. Il sistema di allarme ha poi richiamato sul posto le guardie giurate dell’istituto di vigilanza “Ggs la Velialpol” e i carabinieri della compagnia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento