Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Vigneto all'essenza di "maria". Nei filari 36 piante

Il sistema ingegnoso adottato da un 28enne di Cutrofiano non ha ingannato le fiamme gialle. Aveva mimetizzato in maniera accurata innesti di cannabis in un terreno di famiglia. In casa aveva 545 semi

SAM_3728

CUTROFIANO - Il sistema era ingegnoso, non c'è che dire e senza l'intervento delle fiamme gialle l'imminente vendemmia sarebbe stata, per così dire, unica. Piante di marijuana piantate nei filari di vite, in maniera tale da confondersi soprattutto se viste dall'alto, erano state ben sistemate in un appezzamento di terra di famiglia da Marco De Donatis, un 28enne residente a Cutrofiano, ma non sono sfuggite ai finanzieri della tenenza di Maglie.

I militari, che tenevano l'uomo sotto osservazione, sono intervenuti durante la notte sorprendendo il "coltivatore" che si era recato nella proprietà per innaffiare le 36 piante, alte già intorno ai due metri. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare i finanzieri hanno trovato anche 545 semi di marijuana, 10 grammi e mezzo di hashish e anche 1 di cocaina ed un bilancino di precisione. L'uomo è stato tratto in arresto e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola a disposizione del pubblico ministero di turno.

Una vera e propria piantagione, dunque, scoperta in una campagna abbastanza isolata dove - hanno verificato le fiamme gialle - avveniva anche il processo di essiccazione e la fase di confezionamento. Solo una settimana addietro, il 26 agosto, gli uomini della compagnia di Otranto avevano arrestato un 32enne di Melendugno che aveva nascosto tra gli ortaggi di un terreno di famiglia, a San Foca, quattordici piante di "cannabis indica" e una della varietà "skunk" (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=29638).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigneto all'essenza di "maria". Nei filari 36 piante

LeccePrima è in caricamento