Violazione degli obblighi e furto di energia elettrica: due arresti e una denuncia

A Scorrano, Taviano e Tuglie. Uno continua a minacciare la ex, l’altro finge di recarsi in ospedale. Il terzo si allaccia abusivamente alla rete elettrica

Foto di repertorio

SCORRANO - Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri della stazione di Scorrano hanno arrestato in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Lecce, Christian Monosi, un 29enne del posto, già noto alle forze dell’ordine. Il provvedimento scaturisce dalle violazioni del divieto di avvicinamento alla ex moglie. Misura che era stata adottata a seguito di svariati episodi, tra la fine di settembre e i primi di giorni di ottobre.MONOSI CHRISTIAN-2

Il ragazzo avrebbe infatti continuato a minacciare la vittima, senza risparmiarle ingiurie, peraltro davanti al figlio minore. In nottata, invece, sono stati i militari della compagnia di Casarano a fermare un uomo di Taviano. Si tratta di Alessandro Manco, 46enne. Nei suoi confronti, un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio sorveglianza del Tribunale di Lecce, a seguito di alcune informative. Stando ai controlli, infatti, il 46enne avrebbe violato più volte l’affidamento in prova ai servizi sociali.

In particolare, a gennaio scorso, sarebbe stato notato in compagnia di individui noti alle forze dell’ordine. Martedì scorso, inoltre, pur dovendo farsi trovare in casa dalle 22 alle 6 del mattino, è stato invece sorpreso fuori casa, alla guida della sua auto, nonostante la patente fosse stata sospesa. Alla richiesta di spiegazioni, ai carabinieri avrebbe dichiarato di essersi recato presso la guardia medica di Taviano per un attacco di panico. Circostanza infondata e che non ha trovato riscontro. E’ dunque tornato in carcere, a Borgo San Nicola.MANCO Alessandro-2

Tuglie, infine,  a  conclusione di un’attività d’indagine, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per  furto di energia elettrica E.S., 29enne del luogo, con precedenti di polizia.  I militari gallipolini si sono recati presso l’abitazione col personale tecnico dell’azienda di distribuzione. Sul posto, durante il controllo, hanno potuto riscontrare che l’impianto dell’abitazione era allacciato alla rete elettrica in maniera abusiva, impedendo il corretto rilevamento dei consumi da novembre del 2016 ad oggi.  Il materiale elettrico rinvenuto per le modifiche alla fornitura è stato sottoposto a sequestro, mentre il 29enne dovrà ora rispondere all’autorità giudiziaria di furto aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento