Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Violentata dal padre e dal cugino, la presunta vittima conferma le accuse

Una ricostruzione dettagliata fatta in sede di incidente probatorio dinanzi al gip. La vittima, una ragazza di un paese della provincia

LECCE – Un lungo racconto per confermare la sofferenza subita per circa due anni. Un inferno fatto di molestie e abusi sessuali per mano dal padre e del cugino. Una ricostruzione dettagliata fatta in sede di incidente probatorio dinanzi al gip. La vittima, una ragazza originaria di un paese a una ventina di chilometri da Lecce, ha risposto alle domande degli inquirenti e dei legali dei suoi presunti carnefici, gli avvocati Michelangelo Gorgoni e Donato Sabetta. Elementi che sono andati ad arricchire l’impianto accusatorio.

A dare avvio alle indagini la denuncia di un medico, che riportò le ferite che la ragazza si era auto inferta. Da lì, attraverso il lavoro del Tribunale per i minorenni e della Squadra mobile, è emerso un presunto caso di abusi commessi all’interno del nucleo famigliare.

I fatti contestati fanno riferimento agli anni tra il 2012 ed il 2014. Il padre e il cugino della ragazza avrebbero abusato di lei in due diverse località. Accuse gravi che potrebbero portare al rinvio a giudizio dei due indagati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata dal padre e dal cugino, la presunta vittima conferma le accuse

LeccePrima è in caricamento