Violento pestaggio nella zona delle Giravolte, condannato il quarto aggressore

Antonio rizzato, 49enne leccese già noto alle cronache, ha patteggiato una condanna a otto mesi

LECCE - Il suo è un nome noto alle cronache. Antonio Rizzato, 49enne leccese, era stato protagonista, lo scorso 23 luglio, in concorso con altre tre persone (già giudicate per direttissima), del pestaggio nei confronti di un tossicodipendente di 21 anni. Il 49enne era stato rintracciato dopo 36 ore e sottoposto a fermo di indiziato di delitto da parte della Squadra mobile.

Gli agenti avevano ricostruito i fatti annotando come i quattro, poco prima, avessero afferrato l’uomo e, dopo averlo scaraventato per terra, l'avessero picchiato con calci e pugni. La vittima dell’aggressione, riuscita in qualche modo a divincolarsi e ad allontanarsi, era stata però raggiunta e colpita di nuovo, a ripetizione, questa volta anche al volto, e in particolare da Rizzato, impugnando una lunga asta di ferro. Alla base del brutale pestaggio (con una prognosi di circa tre settimane), con ogni probabilità, vicende legate alla droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi, per quei fatti Rizzato, assistito dall'avvocato Gabriella Mastrolia, ha patteggiato una condanna a otto mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento