Cronaca Rudiae

Aggancia tre donne ma finisce ai domiciliari per molestie sessuali

Un 36enne di Galatina, tra la fine di luglio ed i primi giorni di agosto, avrebbe abbordato alcune donne, tre delle quali hanno poi sporto denuncia. Gli episodi si sono verificati nel quartiere Rudiae

LECCE - Da questo pomeriggio è agli arresti domiciliari, nella sua abitazione, dopo che la polizia ha eseguito nei suoi confronti l’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip Carlo Cazzella su richiesta del pm Paola Guglielmi. Molestie sessuali è l’accusa di cui dovrà rispondere Biagio Congedo, 36 anni, di Galatina, disoccupato, per avere agganciato la scorsa estate tre giovani. 

L’uomo, con precedenti per droga, tra la fine di luglio ed i primi giorni di agosto, avrebbe abbordato alcune donne, tre delle quali hanno poi sporto denuncia. Stando a quanto rilevato dalla polizia sulla base dei racconti delle donne, le modalità con cui il 36enne avrebbe agito sarebbero state sempre le stesse: con un pretesto avvicinava le vittime, faceva avance a sfondo sessuale, alzava la maglietta per poi dileguarsi.
 
arrestato-2Nel primo caso la malcapitata è stata una 31enne, leccese, residente nei pressi della chiesa dell’Idria. Lì era stata avvicinata mentre rientrava in casa, da sola, a notte fonda e per impedirle di chiedere aiuto, l’uomo le aveva tappato la bocca. Ma la prontezza di riflessi della donna, che poi è riuscita a divincolarsi, l’avevano indotto a fuggire. Qualche giorno dopo la vittima aveva rivisto l’uomo, a bordo della stessa autovettura, appostato nei pressi della sua abitazione. 
 
La seconda vittima, questa volta molto più giovane, 20 anni, sempre nella stessa zona di Lecce, era stata avvicinata dall’uomo sempre con la stessa tecnica. Infine, la ragazza, 22enne, turista romana. Avvicinata dall’uomo, a piedi, nei pressi della stazione ferroviaria. In questo cirocostanza Congedo, con un gesto fulmineo le aveva alzato la maglietta scoprendole il seno e dicendole “fammi vedere... fammi vedere”.
 
Le indagini condotte dagli investigatori della Mobile hanno consentito di ricostruire la dinamica delle aggressioni e di risalire al possessore dell’autovettura, individuando l’autore delle violenze sessuali. Il riconoscimento effettuato dalle vittime ha avvalorato le risultanze investigative, consentendo di sottoporre alle indagini  l’uomo per violenza sessuale continuata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggancia tre donne ma finisce ai domiciliari per molestie sessuali

LeccePrima è in caricamento