Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Violenza su nipote? Zio in cella respinge ogni accusa

In carcere, su ordine della Procura, un 40enne di Matino. Avrebbe abusato per cinque anni di suo nipote, approfittando dell'assenza dei genitori. L'indagine partita dalle segnalazioni di un insegnante

carcere_di_lecce-15

MATINO - E' stato interrogato, alla presenza del suo avvocato, l'uomo di 40 anni arrestato ieri perché accusato di aver abusato di suo nipote per ben cinque anni. L'uomo, di Matino, destinatario di un ordine di custodia cautelare, richiesta dal pm Carmen Ruggiero e firmata dal gip Ines Casciaro, ha respinto le accuse. Al momento si trova nel carcere di Borgo San Nicola. Il 40enne è accusato di violenza sessuale nei confronti di minore.

La vicenda è di lunga data. Sarebbe andata avanti per ben cinque anni, dal 2006, fino all'aprile di quest'anno. Abusi continui, dunque, su un ragazzino, che si sarebbero perpetuati ancora, se non fosse arrivata la segnalazione di un insegnante dell'istituto frequentato dal ragazzo. Confidandosi, ha dato il via alle indagini, che hanno messo in luce una situazione degradante.


Secondo quanto emerso in fase d'indagine, lo zio, approfittando dell'assenza del nipote, si sarebbe reso responsabile in diverse occasioni di atti sessuali, arrivando a toccare il nipote nelle parti intime. Tutte accuse fermamente respinte dal 40enne, il quale non ha saputo darsi una spiegazione del motivo che avrebbe indotto il nipote a formularle. L'uomo è difeso dall'avvocato Antonio Romano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza su nipote? Zio in cella respinge ogni accusa

LeccePrima è in caricamento