Cronaca

Visita gratuita all’abbazia di Cerrate. Con i responsabili del cantiere del restauro

Il Fondo ambientale italiano, cui la Provincia di Lecce, ha affidato il sito, aprirà le porte del gioiello storico e architettonico a partire dalle 10. La giornata prevede anche la partecipazione dei gestori delle vicine strutture ricettive

Vista laterale dell'abbazia di Santa Maria a Cerrate.

SQUINZANO – Per chi avesse voglia di riscoprire un tesoro, domani, in via eccezionale, riapre l’abbazia di Santa Maria a Cerrate (a partire dalle 10). La Provincia di Lecce lo ha affidato alle cure del Fondo ambientale italiano che ne sta curando il restauro. E saranno proprio la curatrice del progetto, Daniela Giannini, e il direttore dei lavori, Giuseppe Giannini, a fare da guida a coloro che si sono iscritti alle Giornate fai di primavera del 22 e 23 marzo scorso. Parteciperà anche la vice presidente e assessore alla Cultura della Provincia di Lecce, Simona Manca.

“L’aver affidato al Fai questo luogo prezioso e unico continua a rivelarsi la scelta giusta nella direzione comune di renderlo centro d’eccellenza di attrazione turistica e culturale”, ha dichiara la numero due di Palazzo dei Celestini. La visita di domani è un bellissimo regalo che il Fai promuove per chi ama l’arte e la bellezza..

La novità della giornata di domani prevede la partecipazione delle istituzioni locali della zona e dei gestori delle strutture ricettive vicine, per creare un’occasione di sinergia con le realtà che sorgono intorno al bene e di conoscenza e diffusione del progetto in corso. Un modo per avvicinare tutto ciò che vive intorno all’abbazia a quello che accadrà e che diventerà in futuro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita gratuita all’abbazia di Cerrate. Con i responsabili del cantiere del restauro

LeccePrima è in caricamento