Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Visite all'Isola di Sant'Andrea, ritirato il bando

Il Comune "congela" l'affidamento del servizio ai privati. La gara rinviata per la rimodulazione dei criteri di assegnazione e una maggiore pubblicità. Legambiente aveva contestato la procedura

santandrea-2

Se sulla decisione presa in queste ore dal Comune di Gallipoli, di ritirare il bando pubblico per l'affidamento del servizio delle visite guidate all'Isola di Sant'Andrea, abbiamo pesato in maniera determinante le rimostranze di Legambiente è difficile dirlo. Di concreto c'è la determina dirigenziale firmata ieri dal dirigente del settore "Area delle Politiche Territoriali ed infrastrutture" del Comune ionico, Giuseppe Carmone, con la quale si comunica il ritiro del bando ai fini "di una riformulazione e ripubblicazione più diffusa". Una nota scarna, ma sostanziale nei suoi effetti visto che ad horas viene bloccato l'iter di assegnazione del servizio delle visite guidate nell'area del parco naturale ai privati. Il termine ultimo per la presentazione delle adesioni era fissato infatti per la giornata di domani, 3 agosto, e l'aggiudicazione già entro lunedì prossimo. L'intento del Commissario prefettizio, Angelo Trovato annunciato già nel corso della manifestazione del Gallipoli Air Show a Teleonda, era quello di far partire il servizio destinato ai turisti e cittadini in questa prima decade di agosto. Tutto rinviato dunque. Ma il bando, precisano dal Comune, è stato solo temporaneamente "congelato", visto che l'intenzione dell'amministrazione pubblica rimane quella di avviare il servizio per la fruizione pubblica del parco naturale "Isola di Sant'Andrea- litorale di Punta Pizzo".

Con successivo provvedimento, recita testualmente la nota dell'Ufficio tecnico comunale, sarà approvato infatti il nuovo schema del bando per la sua nuova pubblicazione. Quindi è solo questione di tempo. Tempo necessario per la riformulazione dei contenuti del disciplinare di gara e magari per il coinvolgimento non solo dei soggetti privati, ma anche di quelle associazioni ambientaliste che da subito avevano alzato le barricate alla notizia di un "affidamento" dei servizi all'interno dell'area naturale protetta. E tenendo conto anche del fatto che attualmente vige ancora un'ordinanza della Capitaneria di porto che viete l'attracco delle imbarcazioni sull'isola e nel tratto di mare adiacente, proprio per ragioni di tutela ambientale. Troppo stretti, poi, anche i tempi di divulgazione del bando per il servizio che, secondo le valutazioni del Commissario prefettizio e dei dirigenti comunali, avrebbero finito inevitabilmente per escludere la potenziale partecipazione di soggetti privati pur qualificati, ma non informati in tempo utile per partecipare alla gara. E allora meglio rifare le cose per bene.

Scartabellando la disciplina dell'ormai vecchio bando di gara (in allegato), il servizio sarebbe potuto partire già dal prossimo 10 di agosto per poi protrarsi, inizialmente e in via sperimentale, per quattordici mesi. Per un costo complessivo di 30 mila euro. Il Comune aveva già indicato nel dettaglio i servizi minimi che i vincitori della gara d'appalto avrebbero dovuto garantire: le visite sull'Isola di S.Andrea da svolgere in qualsiasi giorno dell'anno (di mattina o pomeriggio) tranne che nei periodi di nidificazione delle specie protette. In particolare, dal 15 giugno al 15 settembre, con almeno una visita giornaliera. Dal 1 aprile al 14 giugno e dal 16 settembre al 30 ottobre con almeno due visite settimanali. Inoltre le perlustrazioni, con una durata di almeno un'ora e mezzo compreso il tempo per traghettare, con la presenza di una guida ogni 20 imbarcati, comprendevano l'espletamento dei servizi di accoglienza ed informazioni generali con personale qualificato "Gae" - guida ambientale escursionista - in grado di colloquiare nelle più importanti lingue straniere (tedesco, inglese e francese). Era stato già fissato anche il prezzo del biglietto per le escursioni guidate sull'Isola di S.Andrea, indicato proprio nella prima formulazione del bando: il costo era di 15 euro, traversata compresa, mentre altri prezzi al pubblico per ulteriori servizi erano subordinati all'approvazione dell'Ente Parco. Ora bisognerà attendere le nuove disposizioni del Comune che potrebbero anche modificare i criteri di svolgimento del servizio e requisiti dei pretendenti all'aggiudicazione della gara.

*In allegato il bando per il servizio delle visite guidate all'Isola di Sant'Andrea ritirato dal Comune

Il bando di gara del Comune

La determina dirigenziale di revoca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite all'Isola di Sant'Andrea, ritirato il bando

LeccePrima è in caricamento