Cronaca Gallipoli

Visite guidate a teatro per la Settimana della cultura

Gallipoli, l'assessorato retto da Gabriella Casavecchia ha aderito all'iniziativa del ministero dei Beni Culturali e apre sino a domenica i monumenti cittadini

Anche la città di Gallipoli ha deciso di aderire alla "Settimana della Cultura", in programma dallo scorso 18 aprile e sino a domenica 26. L'iniziativa, organizzata dal Ministero dei beni Culturali ed alla sua undicesima edizione, ha come slogan quest'anno "La cultura è tutti: partecipa anche tu" e cerca di promuove il patrimonio culturale, favorire e trasmettere l'amore per l'arte la conoscenza della cultura e attraverso l'organizzazione di eventi e l'apertura gratuita di tutti i luoghi statali. Un'occasione per ammirare sotto una nuova luce musei o monumenti già noti. L'assessorato alla Cultura, retto da Gabriella Casavecchia, ha deciso di garantire la fruizione gratuita per questa settimana (escluso sabato 25) tanto del Teatro Garibaldi quanto dell'ex mercato coperto, di cui sarà possibile visitare i cantieri, essendo quest'ultima struttura in fase di restauro.

"Abbiamo deciso - ha spiegato l'assessore Casavecchia - anche di comune accordo con la Sovrintendenza di aprire alle visite del pubblico due beni della nostra città su cui si è concentrato l'impegno dell'Amministrazione Comunale per un recupero ed una valorizzazione dopo decenni di abbandono e di degrado. Due beni che ricoprono un ruolo molto importante nella memoria storica e nel patrimonio artistico della nostra città e che questa settimana potranno essere fruiti da quanti ne avranno interesse". Per coloro che intendono visitare il Teatro Garibaldi è possibile avere maggiori informazioni contattando il numero 347/5229123 o la Pro loco di Gallipoli, mentre per quanti fossero interessati al cantiere dell'ex mercato coperto il numero di riferimento è il 348/6063447.

Sempre in tema di appuntamenti culturali in riva allo Ionio questa sera, al Teatro Italia (inizio ore 21), è in programma il sesto ed ultimo appuntamento con della "Stagione di Prosa 2009". In scena i Cantieri Teatrali Koreja, che presenteranno: "La passione delle troiane", per la regia di Antonio Pizzicato e Salvatore Tramacere, con il coordinamento musicale di Antonio Pizzicato. Lo spettacolo intende coniugare le celeberrime "Troiane" di Euripide con il tema della Passione di Cristo, scegliendo di dialogare con la tradizione "grika" del Salento, visto che la "Passiuna tu Christu" è un tipico canto dell'area grika salentina. L'idea nasce dalla volontà di accostare il lamento delle donne di Troia, alle "moroloja", ovvero i pianti che un tempo le donne facevano a pagamento per un morto del quale appena a volte conoscevano il nome.


"Si chiude così - commenta sempre l'assessore alla Cultura, Gabriella Casavecchia - un ciclo di appuntamenti finalizzati a riscoprire e a valorizzare un ambito molto importante del settore culturale quale quello del teatro e dell'arte nobile". Un iter, quello della valorizzazione dello spettacolo, che sarà affiancato da altre iniziative già messe in cantiere da parte dell'esecutivo di Palazzo Balsamo. "Stiamo definendo" continua l'assessore, "i prossimi appuntamenti della Stagione Libraria, che abbiamo già inaugurato e perfezionando i dettagli di alcune mostre che andremo a presentare nel prossimo futuro, senza tralasciare vari appuntamenti che tenderanno a valorizzare il sentiero culturale nei suoi molteplici aspetti. Il tutto, va ricordato, fa il paio con gli sforzi e l'impegno che l'esecutivo cittadino ha profuso in questi anni per restituire alla città monumenti importanti della propria memoria storica, dal Teatro Garibaldi alla Fontana Greca e che stanno proseguendo con altri interventi, dall'ex mercato coperto alle mura urbiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite guidate a teatro per la Settimana della cultura

LeccePrima è in caricamento