Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Volo d'urgenza a Parigi per la bimba leccese affetta dalla sindrome di Berdon

Nuovo viaggio della speranza per la piccola Giorgia Pagano di Lecce, questa volta in Francia, verso l'ospedale "Necker-Enfants Malades". Il suo caso è noto al grande pubblico: soffre di una patologia molto rara. Nella tarda mattinata di oggi l'Aeronautica l'ha trasportata da Brindisi a destinazione

BRINDISI – Nuovo viaggio della speranza per la piccola Giorgia Pagano di Lecce, questa volta a Parigi. La bimba, di 6 anni, è affetta dalla sindrome di Berdon, una patologia talmente rara che se ne conoscono poche decine di casi al mondo. La sua storia è ormai nota al grande pubblico: da tempo ha valicato i confini del Salento, la mobilitazione è vasta e tutti possono offrire in qualche modo una mano. 

Per Giorgia si tratta della seconda partenza d’urgenza verso un centro specialistico in pochi mesi. Solo a settembre, infatti, dopo essere peraltro rientrata dagli Stati Uniti dov’è seguita da un pool di specialisti, era stata costretta a un viaggio verso Parma, garantito con estrema rapidità grazie a un aereo dell’Aeronautica militare. Oggi, per lei, è stato approntato un altro volo, questa volta però diretto verso la Francia.

Giorgia e la sua famiglia sono stati trasportati con un Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino. Si tratta di un velivolo che opera 24 ore su 24 per voli sanitari d’urgenza. L’ordine è arrivato dalla sala operativa di vertice dello stato maggiore dell’Aeronautica, che a sua volta ha ricevuto la richiesta di trasporto dalla Prefettura di Lecce. Il decollo è avvenuto nella tarda mattinata alla volta dell’aeroporto internazionale di Parigi - Orly.

Il velivolo, alzatosi in volo dall’aeroporto romano “Giovan Battista Pastine” di Ciampino, dopo aver raggiunto lo scalo di Brindisi e aver imbarcato la piccola e i familiari che l’accompagnavano, è decollato quindi verso il paese d’Oltralpe.

Dallo scalo parigino, il trasferimento all'ospedale “Necker-Enfants Malades” per essere sottoposta a specifiche cure mediche. Il reparto salentino, per rendere agevoli e rapide le operazioni d’imbarco della paziente, ha coordinato l’attività di transito del Falcon 50 con la società Aeroporti di Puglia. 

Per la piccola Giorgia in questi anni si sono mossi e continuano a muoversi in tanti. Dai servizi su varie testate giornalistiche, ai concerti e iniziative di vario tipo per contribuire alla raccolta di fondi, che continua sempre e in ogni caso.

Per seguire le evoluzioni, partecipare con un proprio contributo, e conoscere tutto quello che c’è da sapere sul caso, esiste anche una pagina su Facebook: https://it-it.facebook.com/aiutiamogiorgia.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volo d'urgenza a Parigi per la bimba leccese affetta dalla sindrome di Berdon

LeccePrima è in caricamento